« Torna indietro

Ribaltone Juve, fuori Sarri arriva Andrea Pirlo

Tutto in una notte. La cocente delusione per l’eliminazione dalla Champions e poche ore dopo l’annuncio dell’esonero di Maurizio Sarri, al quale non è bastato lo Scudetto vinto qualche settimana fa. Esce di scena il toscano e la Juventus ha scelto quale sarà il nuovo allenatore per l’annata 2020/2021 al via il prossimo settembre: a sorpresa, Andrea Pirlo.

Tornato in bianconero alcuni giorni per allenare la Juventus Under 23, Pirlo sarà invece l’allenatore della prima squadra, con la quale ha giocato tra il 2011 e il 2015, vincendo quattro scudetti. Erano diversi i nomi che circolavano per il dopo Sarri, da Inzaghi a Pochettino ai sogni Zidane e Guardiola, ma alla fine sarà un nuovo volto della panchina a dirigere Madama.

Pirlo ha appeso gli scarpini nel 2017 dopo aver giocato con il New York City, decidendo di intraprendere la carriera da allenatore. Dopo una carriera da urlo con gli anni d’oro del Milan e il finale di carriera nella Juve della rinascita di Conte e Allegri.

Le idee tattiche e per costruire un nuovo ciclo Juventus in Italia e in Europa hanno convinto Agnelli a dare fiducia a Pirlo, che si confronterà immediatamente con una panchina top in Serie A e in Champions League: una rivoluzione inaspettata, alla quale Madama vuole però credere.

Con la Juventus, oltre ai quattro scudetti conquistati, in cui è stato uno dei perni fondamentali con Antonio Conte prima e Max Allegri poi, Pirlo ha anche vinto una Coppa Italia e due Supercoppa Italiana, giocando anche la finale di Champions League del 2015 persa contro il Barcellona.

Nel 2020/2021, la Juventus avrà ancora una volta come massimo obiettivo quella Champions League che manca in bacheca da venticinque anni. Non solo, però, vista la possibilità di ottenere dieci titoli italiani di fila, andando così in doppia cifra.

x