« Torna indietro

Si è concluso ‘Ci sto? Affare fatica!’: 418 ragazzi hanno fatto più bella la città

Si sono presi cura di scuole, parchi, aree verdi, spazi sportivi, piste ciclabili sparsi in tutte le otto Circoscrizioni cittadine. Hanno scelto di fare ‘fatica’, offrendo il loro tempo in favore della comunità.


Circa un centinaio i giovani presenti che, con indosso la maglietta rossa da lavoro, hanno ravvivato di colore ed energia gli spazi del cortile interno.
A complimentarsi con loro e a ringraziarli per il lavoro svolto, l’assessore al Decentramento del Comune di Verona. Presente anche Francesco Righetti della cooperativa “L’Albero” e Cristiano Bolzoni di “Energie sociali”.

Consegna degli attestati ai ragazzi di “Ci sto? Affare fatica”


Anche per l’edizione 2020, il progetto è uscito dai confini comunali, coinvolgendo San Giovanni Lupatoto, Legnago, Cerea, Villafranca, Buttapietra e Castel d’Azzano. Nel solo Comune scaligero hanno ‘fatto fatica’ 418 ragazzi. Le domande di partecipazione sono state complessivamente quasi 1000.



A contribuire a ‘Ci sto? Affare fatica!’ sono stati anche gli sponsor Amia, Tezenis, Leroy Merlin e Migforyou.

Di seguito alcuni dei cantieri effettuati. In prima circoscrizione le Serre comunali, la Batteria di Scarpa, il Centro di Riuso Creativo; in seconda circoscrizione la villa romana in Valdonega, il parco della Colombare, la scuola Pisani di Avesa; in terza la scuola don Milani, il centro anziani ‘Stadio’, i Giardini Luigi Scappini; in quarta gli spazi sportivi A.S.D AC Team Santa Lucia; in quinta i parchi San Giacomo e Santa Teresa, le scuole Busti; in sesta il parco via Verdi; in settima il parco Achille Forti e il parco giochi in via Conegliano; in ottava panchine pubbliche e staccionata presenti a Poiano e Montorio, il parco di Poiano, la pista ciclabile di Montorio.

Edizioni

x