« Torna indietro

Brutta avventura per due giovani sull’Appennino bolognese

Brutta avventura per due giovani sull’Appenino bolognese. I due, in buone condizioni ma impauriti, sono stati raggiunti dai soccorritori del Saer. Ecco cosa è successo.

Brutta avventura per due giovani sull’Appenino bolognese.  I due escursionisti, in buone condizioni ma impauriti, sono stati raggiunti dai soccorritori del Saer. Ecco cosa è successo.

Nel pomeriggio e nella serata di ieri, per due giovani – un ragazzo di 28 anni residente a Poggio a Caiano, nel Pratese e una ragazza di 24 anni residente a Lizzano in Belvedere, nel Bolognese – finiscono, seguendo tracce di animali, davanti a un salto di roccia di 150 metri nella zona del Monte della Riva sull’Appennino Bolognese e salvati dagli uomini del Soccorso Alpino e Speleologico dell’Emilia-Romagna.

Insieme ai loro cagnolini di piccola taglia, i due erano partiti nel primo pomeriggio da Rocca Corneta, una frazione del comune di Lizzano in Belvedere i due volevano raggiungere Trignano, quando ritornati indietro hanno cominciato a scendere seguendo dei sentieri che corrono sul monte della Riva. Giunti in prossimità del Pizzo di Campiano i giovani sono finiti, inavvertitamente, su tracce di animali e ad un certo punto si sono trovati davanti ad un salto di roccia di 150 metri. Non sapendo più dove andare, scoraggiati e anche molto provati dalla fatica hanno chiamato il 118 per chiedere aiuto.

Fonte Ansa.it

Edizioni