« Torna indietro

Positivi al Covid al ritorno dalla vacanza in Grecia. 5 salentini in isolamento

Positivi al Covid al ritorno dalla vacanza in Grecia, fatta per festeggiare la maturità. L’ombra del Coronavirus colpisce ancora e lo fa nel territorio salentino che, purtroppo, negli ultimi giorni ha aumentato a dismisura il numero dei contagiati. I cinque ragazzi, come detto, erano andati in Grecia per passare una vacanza post maturità e per divertirsi con altri loro cinque amici. In tutto, infatti, i ragazzi tornati dalla vacanza sono dieci, ma solo i 5 salentini hanno scoperto di essere positivi al Covid al loro ritorno. Una brutta sorpresa, quindi, che ora deve mettere in allerta tutta la gente che è entrata in contatto con loro. Tra i 5 salentini positivi al virus ci sono due ragazzi di Muro Leccese ed altri tre di paesi limitrofi. Da una prima stima, non ancora accertata, pare che uno di loro sia di Squinzano. 

Positivi al Covid, la conferma arriva dal sindaco di Muro Leccese

La brutta sorpresa di essere positivi al Covid si è avuta per i ragazzi, come detto, al loro rientro, dopo aver svolto i test sierologici. Adesso il timore è che questi abbiano potuto avere numerosi contatti con altre persone e per questo la Asl di Lecce si è prontamente attivata per ricostruire i loro spostamenti. A confermare ed ufficializzare la brutta notizia ci ha pensato il sindaco di Muro Leccese, Antonio Lorenzo Donno, attraverso un post su Facebook. “Riesco a scrivere solo ora dopo un pomeriggio ed una serata piena di contatti. Purtroppo, oggi ho avuto conferma che, tra i ragazzi che hanno partecipato al viaggio, al momento, ne risultano contagiati 5. Due sono di Muro, gli altri di paesi limitrofi. Ma questo poco importa, perché tutti siamo sulla stessa barca. I ragazzi non contagiati comunque sono stati messi in quarantena, come anche tutti i familiari dei contagiati, nonché le persone che, eventualmente, sono state in contatto. Per domattina (oggi ndr), alle 9.30, ho convocato una riunione urgente del Centro Operativo Comunale per garantire massima attenzione. Vi chiedo di stringerci intorno alle famiglie di questi nostri giovani in un virtuale abbraccio, cercando di evitare di additare o colpevolizzare. Sono questi i momenti in cui dobbiamo dimostrare di essere ‘Comunità’. Vi terrò aggiornati su ulteriori sviluppi”.

x