« Torna indietro

Civitanova, così si userà il “tesoretto”

Civitanova, così si userà il “tesoretto”

Recupero urbanistico del borgo marinaro e dintorni attraverso nuove pavimentazioni e rifacimento dei servizi essenziali quali le fognature. Grazie a un avanzo di amministrazione relativo all’esercizio finanziario dello scorso anno, la Giunta civitanovese, con l’avallo della Commissione Bilancio e della maggioranza, ha stabilito come destinare gli oltre due milioni di euro di “tesoretto”: realizzare cioè opere, manutenzioni ordinarie e straordinarie, sistemare strade.

L’intervento fondamentale per il rilancio della zona centrale del capoluogo è quello di riqualificare via Duca degli Abruzzi, via Piave e l’asfaltatura di corso Umberto I, poi si procederà alla sistemazione di via Nave, via Carena, ai marciapiedi di piazza XX Settembre (importo di 440 mila euro). 

“Il recupero del salotto centrale della città portato avanti da questa amministrazione – ha dichiarato l’assessore Ermanno Carassai – serve da volano ai privati per investire sul territorio e dare il via ad una preziosa microeconomia. Un esempio è quello di piazza Conchiglia che, dopo l’intervento dell’allora Giunta Mobili, ha visto il fiorire di varie attività”.

Altro intervento ritenuto indispensabile è quello su via Lauro Rossi, che rientra nella sistemazione delle due perpendicolari che dal corso principale vanno verso il mare. Con i lavori di rifacimento della via, le due strade di accesso alla spiaggia saranno completate.

Altri aspetti prioritari riguardano la realizzazione dei collettori delle acque meteoriche che mancano in alcune zone della città e il ripristino delle strutture sportive a servizio dei giovani.

Anche Civitanova Alta sarà oggetto di interventi, in primis si procederà al recupero statico, finiture ed eliminazione delle barriere architettoniche del municipio inagibile da tempo. Altri lavori saranno effettuati nell’area portuale con il dragaggio del porto e la sistemazione dei marciapiedi in via Leonardo Da Vinci. Nel quartiere San Marone, invece, si procederà al collegamento del parcheggio pubblico di via Montale con via Dante Alighieri, l’intervento costerà 40 mila euro. 

Edizioni

x