« Torna indietro

viviana parisi morta autopsia gioele

Viviana Parisi, l’autopsia non chiarisce le cause della morte. Si cerca ancora il piccolo Gioele: “Chi ha visto, parli”

L’autopsia sul corpo di Viviana Parisi non è stata risolutiva per chiarire con certezza la causa della sua morte. “Al momento – ha detto la professoressa Elena Ventura Spagnolo perito della Procura di Patti – non possiamo escludere nulla, perché le lesività sul corpo che abbiamo rilevato possono essere compatibili con tutte le ipotesi possibili. Abbiamo dei dati che vanno studiati. Lavoreremo per esclusione fino ad accertare con certezza la causa e l’epoca della morte”.

Per l’avvocato Pietro Venuti, legale del marito della vittima, sono “emerse delle fratture su più parti del corpo” ed è stato verificato che il corpo “era in avanzato stato di decomposizione”. E^ vero che “serviranno altri esami per capire cosa sia successo”, ha aggiunto Venuti, certo è però che “sono ferite compatibili con una caduta dall’alto”.

Proseguono intanto le ricerche del piccolo Gioele, uscito di casa insieme alla mamma la mattina del 4 agosto e poi scomparso insieme a lei in circostanze ancora poco chiare dopo aver avuto un incidente stradale sulla A 20 Messna Palermo, nei pressi di Caronia (Me).

Gli investigatori hanno sentito i familiari di Viviana e, tra i testimoni, gli operai del furgone che si occupa di manutenzione autostradale con il quale l’Opel Corsa di Viviana ha impattato nella galleria Turdo e che l’hanno vista allontanarsi dopo aver lasciato l’auto nella piazzola. Il suo percorso resta un giallo ancora al vaglio della Procura di Patti e della polizia che non escludono alcuna ipotesi.

x