« Torna indietro

Piano del Commercio approvato stamani: parla Giorgio De Matteis

Piano del commercio: riceviamo e pubblichiamo da Giorgio De Matteis, consigliere comunale e Capogruppo di Forza Italia: “La prima Commissione del Consiglio comunale dell’Aquila ha approvato stamani il nuovo Piano del Commercio. Su tale documento ora dovrà esprimersi l’Aula in via definitiva, ma è importante rilevare che dopo 18 anni finalmente la Municipalità si dota di uno strumento che mette ordine a un settore strategico come le attività produttive, favorendo pertanto, per quanto di sua competenza, il rilancio economico della città e del territorio. Anche gli esercenti pertanto potranno contare su uno strumento adeguato alle esigenze attuali di una categoria che ha sempre scontato delle oggettive difficoltà e che, in periodo di emergenza Coronavirus, ha sofferto ancora di più. Ciò che mi preme sottolineare è la sinergia politico-amministrativa che favorito il raggiungimento di questo eccellente risultato. Il Piano è il frutto di un continuo e proficuo confronto tra gli amministratori interessati alla materia, primi tra tutti l’assessore alle Attività produttive, il vicesindaco Raffaele Daniele, e l’assessore Daniele Ferella. Va rilevato il profondo impegno degli uffici comunali che si occupano di commercio, per aver lavorato sulla proposta di Piano con estrema competenza e zelo. Quindi il Consiglio comunale, visto che in Commissione la maggioranza si è rilevata estremamente compatta e l’opposizione, pur svolgendo in pieno il suo ruolo, non ha messo pregiudizialmente i bastoni tra le ruote. Questa è la vera politica, quella che rende conto ai cittadini di ciò che fa con concretezza ed efficacia. Quando si è di fronte a un tema di interesse generale, che soprattutto rappresenta per una comunità una grande importanza, le divisioni politiche sono senza senso, per non dire ridicole.

Il Piano del Commercio dovrà diventare un segmento di coesione con le altre importanti attività che l’Amministrazione comunale sta portando egregiamente avanti: i progetti culturali, il Pums, il nuovo Piano regolatore. Tutti tasselli di un mosaico che consentiranno all’Aquila di poter essere competitiva e di avere una considerazione di alto profilo in Abruzzo, in Italia e all’estero”.

Edizioni

x