« Torna indietro

Inaugurazione speciale all’Università di Brescia: in arrivo il Presidente della Repubblica

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella inaugurerà l’Anno Accademico 2020/2021 all’Università degli Studi di Brescia, nell’Aula Magna della Facoltà di Medicina. La visita a Brescia continuerà poi con l’omaggio alla Vittoria Alata.

Un’ inaugurazione davvero speciale e ricca di significato: l’Università degli Studi di Brescia inizierà ufficialmente  l’Anno Accademico 2020/2021 alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.  L’annuncio, arrivato già a luglio, è ora ufficiale e tutto l’Ateneo si sta mobilitando per l’attesa cerimonia che si terrà Giovedì 29 ottobre alle 11.00 nell’Aula Magna della Facoltà di Medicina in viale Europa 11. Si ripartirà simbolicamente dalla cultura, dall’impegno nella ricerca e tutto proprio nell’Aula Magna di Medicina, per sottolineare ancor più la lotta di Brescia contro il grande flagello di questi mesi.

Brescia e i suoi simboli

 Il Capo dello Stato, dopo aver dato il via all’Anno Accademico dell’Ateneo bresciano,   si tratterrà per una breve visita alla Vittoria Alata, la celebre statua bronzea che attualmente si trova presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze e  che proprio in quei giorni rientrerà dalla città toscana dopo essere stata restaurata e posta su un piedistallo cilindrico in marmo di Botticino con base antisismica.  Una visita simbolica, per rendere omaggio alla “Leonessa d’Italia”, colpita duramente durante i mesi scorsi dal Covid ma anche un segno di attenzione al futuro: Brescia sarà infatti  Capitale italiana della Cultura insieme a Bergamo nel 2023. L’annuncio ufficiale della visita è stato dato con soddisfazione e gratitudine dal Rettore professor Maurizio Tira e il Sindaco della città, Emilio Del Bono.

Le parole del Rettore

«La visita a Brescia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della cerimonia di Inaugurazione dell’Anno Accademico 2020/2021 – dichiara il Rettore, prof. Maurizio Tira – onora il nostro Ateneo che, in questi 39 anni dal decreto di fondazione, è cresciuto, si è consolidato, ha visto aumentare significativamente gli studenti iscritti, e ancora può continuare a crescere. È la prima volta che un Capo dello Stato interviene all’Inaugurazione dell’Anno accademico della nostra Università, e questo è motivo di grande orgoglio per l’intera comunità accademica e per la città tutta».

«La presenza del Presidente Mattarella è densa di significato nel periodo difficile che stiamo vivendo – continua il Rettore –- Brescia, una delle province più colpite dall’epidemia da SARS-COV-2, disegna il suo futuro puntando sulla cultura, sulla ricerca e sull’innovazione, accogliendo le sfide della sostenibilità».

Le parole del Sindaco

Come sottolinea anche il Sindaco Emilio Del Bono«La visita del Presidente Mattarella è un segnale importante per tutti noi, sono molto contento abbia risposto positivamente alla lettera che io e il Rettore Tira gli abbiamo inviato. Oltre all’Inaugurazione dell’Anno Accademico, il Presidente farà una breve tappa alla statua della Vittoria Alata, che proprio in quei giorni ritornerà al Capitolium, dopo l’importante restauro a cui è stata sottoposta per la prima volta dalla sua scoperta. Sono due appuntamenti molto importanti, perché la nostra Università rappresenta un’eccellenza ed è il ponte che conduce le nuove generazioni nel futuro, nella vita adulta e lavorativa, mentre la Vittoria Alata è una vestigia del glorioso passato della nostra città, divenuta oggi un simbolo. Siamo molto soddisfatti della visita del Capo dello Stato, la seconda nell’arco di pochi anni: è la dimostrazione dell’attenzione che riserva a Brescia e di una particolare sensibilità nei confronti della nostra comunità, fortemente colpita dalla pandemia».

Edizioni