« Torna indietro

I controlli di Ferragosto a Messina: dalla guida senza patente al furto aggravato

Il servizio straordinario di controllo del territorio dei carabinieri a Messina per Ferragosto ha “prodotto”, tra l’altro, 12 denunce, 4 veicoli sequestrati, 2 patenti ritirate

Weekend di Ferragosto a Messina: lunga la lista delle persone coinvolte nei controlli dei carabinieri. E diversificate le soluzioni adottate.

I carabinieri del comando provinciale di Messina, nel weekend di Ferragosto, hanno infatti svolto servizi straordinari di prevenzione e controllo del territorio, impiegando personale del nucleo radiomobile e delle compagnie carabinieri Messina Centro e Messina Sud.

I servizi di prevenzione e controllo sono stati svolti, nell’arco delle 24 ore, sulle arterie principali del capoluogo, in particolare nel versante sud della citta, nelle zone della riviera ove si svolge la cosiddetta movida, anche al fine di verificare il rispetto delle regole sul distanziamento interpersonale previste dalle norme per l’emergenza Covid-19.

I 12 denunciati: il più giovane è un 18enne trovato con un coltello

Nel corso dei servizi, i militari dell’Arma, hanno proceduto nei confronti di diverse persone.

Un 38enne è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Messina poiché sorpreso nella recidiva di guida senza patente.

Un 35enne e un 31enne sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Messina per rifiuto dell’accertamento dell’uso di sostanze stupefacenti in quanto, controllati alla guida di veicoli in apparente stato psicofisico alterato, hanno rifiutato di sottoporsi agli accertamenti presso una struttura sanitaria.

Un 37enne, un 32enne, un 27enne, un 26enne, un 23enne, un 20enne e un 19enne sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Messina per il reato di molestie del riposo delle persone poiché diffondevano musica ad alto volume.

Un 18enne è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Messina per porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere, in quanto trovato in possesso di un coltello di genere vietato.

Un 29enne catanese, già noto alle forze dell’ordine, che è stato deferito, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Messina per il reato di furto aggravato, poiché, a seguito di una segnalazione di un ristoratore che aveva subito il furto di denaro dal registratore di cassa, è stato bloccato dai Carabinieri con addosso la somma di 145 euro asportata dal registratore di cassa del locale, poi restituita al legittimo proprietario.

Anche un minorenne in possesso di stupefacenti

Non è tutto. Sempre dai controlli dei carabinieri è venuto fuori il caso di 4 persone di cui un minore, che sono state segnalate alla locale Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti, poiché trovate in possesso di modiche quantità di marijuana e crack, detenute per uso personale, con il sequestro complessivo di 4 grammi di sostanza stupefacente.

Sequestrati 4 veicoli, ritirate 2 patenti di guida

Infine nel corso dei servizi sono stati controllati complessivamente 187 veicoli e 285 persone con la contestazione di 13 infrazioni al Codice della Strada di cui 3 aventi rilevanza penale e 10 amministrativa, sono stati sequestrati 4 veicoli perché privi di copertura assicurativa e ritirate 2 patenti di guida, in vista della successiva sospensione.

Edizioni

x