« Torna indietro

tamponi puglia covid nuovi casi

Focolaio Covid, fotografo interrompe la quarantena per lavoro: denunciato

Uno dei primi casi in Italia che rischia di concludersi con una pesante accusa per il presunto protagonista, epidemia colposa. Quello che vi stiamo raccontando si sarebbe verificato all’interno della famosa struttura nota come il «Castello delle Cerimonie» di S. Antonio Abate. 

Stiamo parlando di un fotografo. L’uomo risultava asintomatico ed avrebbe violato la quarantena per recarsi, per lavoro, ad un matrimonio ed un battesimo, senza attendere l’esito del tampone. Quando sono arrivati i risultati del tampone, era ormai troppo tardi. E per i partecipanti sono scattate le misure sanitarie cautelative per il Covid19.

È stato il primo cittadino del piccolo centro, Paola Lanzara ad informare dell’accaduto, dichiarando a Il Mattino: “Stiamo predisponendo tutti gli atti necessari per segnalare il caso all’autorità giudiziaria. La persona in questione ha dato dimostrazione di grande superficialità. Non dubito che abbia agito in buona fede, essendo asintomatico e non conoscendo ancora il responso del tampone quando ha preso parte ai due eventi, ma è stato uno sconsiderato. Violando l’isolamento fiduciario ha messo a repentaglio la salute di altre persone”.

Una quarantina di persone sono state sottoposte al tampone. Si tratta dei presenti per un matrimonio civile e un battesimo. Tra questi anche il vicesindaco.

Edizioni

x