« Torna indietro

Ex-canapificio

Ex-canapificio

Ex Canapificio: riconvertire la struttura per far crescere il territorio

Un museo della canapa nell’ex Canapificio, la proposta della candidata Luigia Martino

“Un museo della canapa nell’ex Canapificio a Caserta”.

Sicuramente, la struttura che attualmente troneggia a pochi passi dalla Reggia, priva di una ristrutturazione e di una ricollocazione, non è un bel vedere.

A maggior ragione, se si considera che fino a pochi mesi fa era una struttura viva e ricca di aggregazione sociale. Quell’aggregazione che oggi tanto ci manca e non solo per la pandemia da coronavirus.

Insomma una struttura inutilizzata che potrebbe essere trasformata in un museo della canapa.

È questa l’idea lanciata da Luigia Martino, candidata al consiglio regionale con Italia Viva, per valorizzare il complesso industriale, ormai dismesso, a due passi dalla Reggia di Caserta.

“L’immobile è di proprietà della Regione ed è attualmente sotto sequestro per inagibilità – prosegue Martino – Bisogna dare impulso ad un’opera di riqualificazione strutturale dei capannoni industriali che rappresentano la storia di Terra di Lavoro.

I visitatori potrebbero vedere le vasche per la macerazione ancora presenti al piano interrato oltre ad ascoltare la storia di una coltura che rappresenta una tradizione di tutta la Provincia di Caserta.

Inoltre – prosegue la candidata – i capannoni ben si presterebbero ad ospitare un hub per startup, postazioni per co-working ed anche piccoli stand di prodotti locali, come la mozzarella di bufala, non essendoci punti vendita nei pressi di un attrattore turistico come la Reggia di Caserta.

Un progetto a impatto zero, simile a quello del Matadero di Madrid, attraverso la riconversione di un bene esistente che potrebbe diventare una risorsa. Serve volare alto per fare crescere il territorio”, conclude Martino.

Edizioni

x