« Torna indietro

pista ciclabile verona

Verona, 8 km di corsie ciclabili per le superiori

Più di 5 mila studenti a settembre potranno raggiungere la propria scuola in bicicletta su percorsi in tutta sicurezza. Proseguono infatti senza sosta i lavori per dotare la città di un importante numero di piste ciclabili e corsie ciclabili, per circa 8 chilometri di nuova rete stradale riservata esclusivamente alle biciclette e pensata per collegare le scuole superiori alle piste già esistenti.  

Dopo quelle già realizzate la settimana scorsa nella circonvallazione interna per collegare Porta San Zeno a Breccia Cappuccini, ora l’attenzione è incentrata nelle zone interessate da uno o più istituti scolastici superiori. Circa una quindicina, sparsi in tutto il territorio comunale, quelli individuati dal tavolo tecnico che, anche durante il lockdwon, ha visto lavorare insieme amministrazione, Fiab, dirigenti scolastici e mobility manager delle diverse scuole.  

Queste le zone e i rispettivi plessi scolastici interessati dai lavori di segnaletica orizzontale per delineare le nuove corsie ciclabili: via Berardi al Chievo, a servizio dell’istituto Alberghiero ‘Berti’; circonvallazione Maroncelli, qui ci sono le scuole medie Bettelloni e, in via Provolo, una serie di istituti scolatici tra cui il Don Bosco; via Battisti, via dello Zappatore, via dei Montecchi, via del Lanciere, sono le vie limitrofe a piazza Cittadella, dove sono presenti numerose scuole superiori, tra cui l’educandato ‘Agli Angeli’, il liceo Messedaglia, le scuole ‘Montanari’, l’istituto ‘Ferraris’ e le scuole ‘Alle Stimate’; In zona Stadio si lavora sulle via delle Coste e Ramelli, che gli studenti percorrono per raggiungere gli istituti ‘Marconi’ e ‘Aleardo Aleardi’; infine, in via Banchette in Borgo Venezia, dove si trova l’istituto ‘Copernico-Pasoli’.  

Le corsie ciclabili sono una novità assoluta per il Comune di Verona. Introdotte nel Decreto ‘Rilancio’ per favorire la mobilità sostenibile e in particolare la circolazione delle biciclette, l’amministrazione non ha perso tempo per tradurle in realtà, segnando le strade cittadine di nuove linee bianche discontinue, poste al margine destro della carreggiata.  

 “In questo momento la scuola è in assoluto la nostra priorità- ha detto il sindaco di Verona Federico Sboarina-. Un fronte sul quale non abbiamo mai smesso di lavorare, nemmeno durante il lockdown. Abbiamo 40 cantieri aperti in altrettanti istituti scolastici per adeguarli alle norme anti-Covid e garantire la massima sicurezza ai nostri bambini e alle loro famiglie”.

La differenza sostanziale tra ‘pista ciclopedonale’ e ‘corsia ciclabile’ sta nella posizione che le stesse occupano rispetto alla strada. La prima in genere occupa uno spazio proprio, ricavato anche su un tratto di marciapiede, è ben separata dalla strada e segnata con il colore giallo; la seconda è invece una striscia di carreggiata, posta sul lato destro e divisa dalla strada da una striscia discontinua bianca.

La planimetria con le nuove corsie ciclabili è visibile qui https://admin.comune.verona.it/media/_Ufficio_Stampa/Allegati/piste.pdf

Edizioni