« Torna indietro

Aggredisce 80enne e picchia romeno: arrestato tunisino di 20 anni

Aggredisce 80enne e picchia romeno, arrestato un tunisino di 20 anni autore dell’episodio avvenuto in piazza Tasso. Un’aggressione apparentemente immotivata quella che ha portato la Polizia di Stato all’arresto di un 20enne tunisino, in Italia irregolare e senza fissa dimora.

Aggredisce 80enne e picchia romeno, arrestato un tunisino di 20 anni autore dell’episodio avvenuto in piazza Tasso. Un’aggressione apparentemente immotivata quella che ha portato la Polizia di Stato all’arresto di un 20enne tunisino, in Italia irregolare e senza fissa dimora.

Il giovane è finito in manette accusato di aver cagionato, per futili motivi, lesioni gravi ad un 45enne romeno che, secondo quanto ricostruito, era intervenuto in difesa di un uomo di 80 anni.

Aggredisce 80enne e sarebbe proprio il pensionato ad essere stato inizialmente aggredito dal tunisino poco dopo le 19.30, in piazza Tasso.

Il giovane, secondo quanto raccontato alla Polizia dai testimoni, si sarebbe improvvisamente alzato da una panchina e scagliato con rabbia contro l’anziano.

Aggredisce 80enne e due amici della vittima sono subito intervenuti: il primo ha spinto il cittadino tunisino per impedirgli di colpire l’80enne, ma l’aggressore ha reagito, tanto da rendere necessario l’intervento di un’altra persona, il 45enne romeno.

Di tutta risposta il cittadino magrebino lo ha colpito con un violento pugno al volto che gli ha rotto le ossa del naso, fatto perdere l’equilibrio e cadere riportando anche la frattura disallineata della tibia e pluriframmentata del perone.

L’uomo è stato trasportato dal 118 all’ospedale di San Giovanni di Dio in attesa di operazione chirurgica.

L’aggressore, invece, che inizialmente aveva continuato a colpire il 45enne a terra, quando ha visto che altre persone stavano intervenendo in difesa del ferito, è scappato in direzione di via Giano della Bella dove si è rifugiato in un palazzo.

Aggredisce 80enne e le volanti della Questura di Firenze lo hanno subito rintracciato e fermato mentre stava tentando di allontanarsi raggiungendo il tetto dell’edificio. Al momento non è nota la motivazione del violento gesto, ovvero dell’aggressione.

Quando è stato fermato il cittadino tunisino era in compagnia di un suo connazionale di 15 anni che ha provato a colpire i poliziotti con calci e pugni. Il 15enne è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e affidato ad un centro per minori.

Edizioni