« Torna indietro

Napoli, un murales da record: oltre 1500 metri quadrati. Così Jorit ricorda Rosa Parks

«Nel 2005, in questo piazzale, ho iniziato a fare graffiti. Quindici anni dopo ho realizzato il mio più grande dipinto in assoluto: 1500 metri quadri con l’immagine di Rosa Parks», lo scrive Jorit, street-art che da anni vive ed opera a Napoli. L’ultima suo grande intervento sul territorio proprio a Quarto. Un’altra zone periferica della città di Napol, precisamente alla stazione della Circumflegrea dove è possibile apprezzare l’ultima opera dell’artista. Non sono mai casuali le scelte di Jorit. Rosa Luise Parks rappresenta una figura simbolo del movimento per i diritti civili. Fu la grande protagonista dello storico boicottaggio dei bus a Montgomery. Erano gli anni cinquanta e negli States per le persone di colore era difficile anche sedersi in un autobus.

Jorit non è nuovo a imprese del genere a Napoli. Esistono murales dedicati a Che Guevara, Martin Luther King ed altri grandi personaggi che hanno fatto la storia per la conquista dei diritti civili e per essere stati sempre accanto agli ultimi, ai perseguitati. Ultimamente si discute a Napoli la possibilità di far realizzare a Jorit un grande murale dedicato a Pino Daniele proprio davanti alla Stazione Centrale Garibaldi. Un’opera imponente che ha provocato molto polemiche e prese di posizione tra Sovrintendenza le Ferrovie dello Stato promotori del progetto. Si aspetta ancora la risposta definitiva.

Per la cronaca, il murales di Jorit dedicato a  Rosa Park rappresenta quasi un record assoluto, considerando che si tratta di oltre 1500 metri quadrati di intervento artistico.

Edizioni

x