« Torna indietro

COLOGNE, GERMANY - AUGUST 21: Diego Carlos of Sevilla FC and Romelu Lukaku of Inter Milan clash, leading to a penalty for Inter Milan and their team's first goal, scored by Romelu Lukaku of Inter Milan during the UEFA Europa League Final between Seville and FC Internazionale at RheinEnergieStadion on August 21, 2020 in Cologne, Germany. (Photo by Martin Meissner/Pool via Getty Images)

Al Siviglia l’Europa League: Inter beffata nel finale da un’autorete di Lukaku

Continua la maledizione delle italiane in Europa League: l’Inter ci è andato vicino a strappare a Parma il primato di ultima vincitrice italiana del trofeo, ma alla fine il Siviglia, che si mette in bacheca la sesta Coppa UEFA, per chiamarla all’antica, lo ha beffato.

Gara bella, equilibrata: per entrambe le compagini la ha decisa Lukaku, l’uomo che ha trascinato i nerazzurri in tutta la cavalcata europea, ma alla fine li ha condannati con un’autorete beffarda.

Inter nervosa, rabbiosa, che paga la “necessità di vincere”: vince il calcio spagnolo, lieve, sereno, leggero, facile contro quello macchinoso prepotente e gravoso italiano.

Ai nerazzurri è mancata la serenità, oltre a un po di qualità, mentre Banega si è divertito a sbeffeggiare Conte per il parrucchino. Non c0è mai poesia in una sconfitta, ma c’è speranza che dalla sconfitta nasca un futuro vincere per la Champions che sarà.

Sesto titolo nella competizione per gli andalusi, colpiti in avvio dal rigore di Lukaku prima della doppietta di De Jong. Godin firma il pareggio al 35′, nella ripresa decide la rovesciata di Diego Carlos con la deviazione di Lukaku. Conte perde la sua prima finale continentale da allenatore, Lopetegui vince la sua prima e si commuove mentre accarezza il trofeo.

Perchè il calcio è fatto di questo: vittorie, sconfitte, riscatti, anche per lui, considerato un allenatore finito. Il calcio è anche lo sport delle seconde occasioni, si consoli l’Inter. Toccherà anche a loro.

Le finali le perde chi le gioca.

IL TABELLINO

SIVIGLIA-INTER 3-2

5′ rig. Lukaku (I), 12′ e 33′ De Jong (S), 35′ Godin (I), 74′ Diego Carlos (S)
SIVIGLIA (4-3-3): 
Bono; Jesus Navas, Koundé, Diego Carlos (86′ Gudelj), Reguilón; Banega, Fernando, Jordán; Suso (77′ Vazquez), De Jong (86′ En-Nesyri), Ocampos (71′ Munir). All. Lopetegui

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin (90′ Candreva), De Vrij, Bastoni; D’Ambrosio (78′ Moses), Barella, Brozovic, Gagliardini (78′ Eriksen), Young; Lukaku, Lautaro Martinez (78′ Sanchez). All. Conte


AmmonitiDiego Carlos (S), Conte (I), Barella (I), Banega (S), Bastoni (I), Gagliardini (I)

Edizioni