« Torna indietro

Vivi bene il tuo territorio e starai meglio. Lo dice la scienza

Vivi bene il tuo territorio e starai meglio. Lo dice la scienza

I francesi lo chiamano “le terroir” ed è l’insieme di visione, stimoli, sensazioni e relazioni che ci produce il territorio in cui viviamo. In senso scientifico, recenti studi hanno dimostrato che i microtubuli e microfilamenti, che costituiscono lo “scheletro” della cellula, conducono segnali biofisici al nucleo.
Insomma, l’interazione tra noi e l’Ambiente avviene attraverso segnali fisici (vettori di forza, oscillazioni meccaniche, campi elettrici, campi elettromagnetici, onde di pressione come le onde sonore) e “modulano” i geni, attivando o silenziando i geni senza modificarne il codice. Ci “informano” e ci “educano”.
A dirci di queste stupende scoperte, alle quali offre un grande contributo, è il Dott. Claudio Santelli.

Proprio per le ragioni di cui sopra è importante quella che chiamiamo Arte ambientale. E’ la collocazione di opere in spazi pubblici, la riqualificazione e il recupero dei borghi, le performance artistiche e musicali, le installazioni “site specific”, la cura e il recupero del paesaggio sia naturale che storico-artistico.

Questi interventi hanno un valore economico e possono rappresentare un volano per promuovere un turismo culturale sia locale che mondiale (visto il crescente desiderio del “Life Stile” made in Italy da parte dei paesi stranieri).

In questo ambito le scoperte scientifiche più recenti sono quelle relative alla codificazione del “Connettoma umano” iniziata dal Professor Sebastian Seung presso il Dipartimento di Neuroscienze del MIT (Massachusetts Institute of Technology) e quelle emerse negli esperimenti eseguiti dal movimento di artisti e scienziati VID art/science curato dal Professor Carlo Ventura dell’Università di Bologna, dove i ricercatori hanno dimostrato che le cellule staminali sono in grado di recepire, elaborare e rispondere ai segnali, sia musicali che vocali, percepiti da manifestazioni artistiche dal vivo.

I benefici futuri di queste ricerche scientifiche si apprezzeranno sia in campo medico (medicina rigenerativa e antiaging) sia in campo artistico.

Edizioni

x