« Torna indietro

Champions League

Tutto in notte: Psg per la storia, Bayern per non fermarsi. All’Estadio da Lux si gioca la finale di Champions

Alla fine ci siamo. Covid, rinvii, mini torneo, ma anche la Champions League arriva all’assegnazione.

Tutto in una notte. Psg e Bayern Monaco si giocano la Champions League alle ore 21 in gara secca e a porte chiuse all’Estadio Da Luz.

Per i campioni di Francia è la prima finale del massimo trofeo continentale, contro i bavaresi che all’undicesimo tentativo proveranno a mettere in bacheca il sesto titolo della loro storia per agganciare nell’albo d’oro il Liverpool, a meno uno dal Milan. Diversi i dubbi di formazione per Tuchel e Flick: dalla presenza di Verratti, al ballottaggio tra Perisic e Coman.

Tuchel sogna di regalare al Psg la prima Champions della sua storia. Il tecnico tedesco ha solo un dubbio che riguarda il centrocampista italiano Marco Verratti. Quest’ultimo reduce da un infortunio potrebbe ancora una volta essere destinato alla panchina, con il suo posto che dovrebbe essere preso da un’altra vecchia conoscenza della Serie A, ovvero Paredes. L’argentino è pronto a fare reparto con Marquinhos ed Herrera. Tra i pali torna Navas dopo il forfait contro il Lipsia, con il partente Thiago Silva in coppia con Kimpembé nel reparto arretrato. In avanti Di Maria e Neymar ai fianchi di Mbappé.

Stimoli, emozioni, curiosità. Icardi contro Perisic, ma soprattutto la voglia del PSG di potersi definitivamente consacrare come un top club europeo dopo diversi anni a combattere fra assurde sconfitte in rimonta e gare sciupate che ne hanno fortemente segnato la crescita di squadra e società.

Sarebbe anche l’occasione di battere i tedeschi che sembrano una macchina di gol inarrestabile. Per Tuchel però ci sarà anche la possibilità di battere un record che appartiene sempre a una squadra tedesca, da 23 anni.

E’ infatti Borussia Dortmund che rappresenta, ad oggi, l’ultima squadra ad aver saputo sfruttare al meglio la possibilità di vincere la Champions League alla prima finale in assoluto della storia del club. Era il 1997 e in quella partita, l’avversario era proprio la Juventus che poi ha continuato, senza fortuna negli anni, a inseguire quel titolo. Una bel traguardo da raggiungere per i francesi che potrebbero sfatare questo tabù e consacrarsi definitivamente nel grande calcio.

Il 28 maggio del 1997 non è stato solo il giorno della vittoria della Champions League da parte del Borussia Dortmund. Nella notte in cui ad essere castigata fu la Juventus sotto i colpi di Riedle (doppietta) e Ricken, intervallati dalla magia di tacco di Del Piero, i tedeschi alzarono una coppa che di per sè è rimasta nella storia.

Rappresenta infatti l’ultima Champions League vinta da una squadra che aveva conquistato per la prima volta nella sua storia la finale.

Da quel giorno sono trascorsi 23 anni e mai nessuno è riuscito a ripetere l’impresa del Borussia Dortmund. C’aveva provato senza fortuna lo scorso anno il Tottenham e quest’anno potrebbe riprovarci il Psg di Tuchel, pronto a scrivere un nuovo capitolo della coppa dalle grandi orecchie e chiamato ad una vera impresa contro un Bayern Monaco a dir poco inarrestabile.

Le probabili formazioni –

PSG (4-3-3) probabile formazione: Keylor Navas; Kehrer, Thiago Silva, Kimpembé, Bernat; Paredes, Marquinhos, Herrera; Di Maria, Mbappé, Neymar. All. Tuchel.

BAYERN MONACO (4-2-3-1) probabile formazione: Neuer; Kimmich, Boateng, Alaba, Davies; Goretzka, Thiago Alcantara; Gnabry, Müller, Perisic; Lewandowski. All. Flick.

Edizioni

x