« Torna indietro

paolo berizzi

Berizzi, tweet sul nubifragio di Verona “E’ il karma”. Ass. Polato: “Lo querelo”

Ha scatenato molte polemiche un tweet del giornalista di Repubblica Paolo Berizzi, apparso oggi sul suo account Twitter e diretto a Verona e al devastante nubifragio di ieri sera.

“Sono vicino a #Verona e ai veronesi per il nubifragio che ha messo in ginocchio la città. I loro concittadini nazifascisti e razzisti che da anni fomentano odio contro i più deboli e augurano disgrazie a stranieri, negri, gay, ebrei, terroni, riflettano sul significato del karma», ha scritto Berizzi.

Un commento che non è piaciuto a molti esponenti politici e che ha collezionato una lunga lista di risposte negative.

A partire dal Sindaco di Verona Federico Sboarina, che su Facebook prima e in conferenza stampa con Luca Zaia poi, ha commentato: ““A Verona, colpita ieri da una bufera e una tromba d’aria mai viste prima, c’è bisogno di tutto meno che di perditempo in malafede. Le persone serie oggi sono dalla parte dei veronesi, che non sono nè razzisti nè nazifascisti. Diversamente dal suo pensiero astioso, qui non abbiamo voglia di guadagnare visibilità con le polemiche vergognose”.

“Vorrei che in situazioni come queste”, ha continuato Sboarina, “le persone che hanno voglia di fare polemiche, strumentalizzare o fare gli sciacalli evitino, il silenzio è la cosa migliore. A Verona noi ci rimbocchiamo le maniche”. 

Nel primo pomeriggio sono arrivate le scuse di Berizzi, che ha cancellato il tweet della discordia e ha postato un nuovo commento:

L’assessore alla sicurezza di Verona Daniele Polato, però, non si è accontentato delle scuse e su Facebook ha annunciato che intende querelare il giornalista: “Guardatelo qua, il cosiddetto giornalista. Berizzi ora ritratta, balbetta, precisa, si scusa”, ha scritto Polato, “Coda di paglia! Ridicolo. Poi definisce chi lo ha criticato per le sue vergognose frasi di stamattina “odiatore seriale”. Un uomo che non conosce vergogna. Domani, come amministratore di Verona, presento QUERELA ed ESPOSTO all’Ordine dei Giornalisti. Qui si superano i limiti della decenza umana: nelle ore drammatiche in cui Protezione Civile, volontari, cittadini stanno cercando di reagire – in silenzio e con operosa dignità come è caratteristico di Verona e dei veronesi – Berizzi perde tempo a vomitare i soliti insulti patetici su twitter, arrivando persino a ironizzare su un presunto karma che ha colpito i veronesi secondo lui nazifascisti e razzisti. Berizzi le tue parole fanno pena, sono di una bassezza morale infinita e danno la cifra della persona che sei”.

Un cittadino veronese, intervistato per Day Verona dalla blogger veronese Francesca Faustini mentre ripuliva Via Cigno ieri allagata, ha così commentato il tweet di Berizzi:

Un cittadino veronese commenta il post del giornalista Paolo Berizzi contro Verona

Anche il consigliere regionale Stefano Valdegamberi ha criticato Berizzi: «Le sue affermazioni sul karma che ha colpito i veronesi sono di una gravità estrema. Venga immediatamente sospeso dal suo ruolo di giornalista e lo Stato gli revochi subito la costosa scorta, pagata anche con i soldi dei veronesi, uno spreco inutile per un provocatore seriale».

«Ecco a voi la ”solidarietà“ di un inviato di Repubblica nei confronti dei cittadini veneti. Solo io reputo gravissimo e inaccettabile che un giornalista si esprima con simili termini nei confronti di una comunità colpita da una calamità? Ma un briciolo di vergogna no?!» Così la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha reagito su Twitter al post del cronista di Repubblica, Paolo Berizzi. 

Edizioni

x