« Torna indietro

Briatore Billionaire

Coronavirus, focolaio al Billionaire: salgono a 63 i positivi

Scoppia il caso Billionaire. Sono saliti a 63 complessivamente i casi di positività al Covid-19 tra il personale del famoso locale di Porto Cervo di proprietà di Flavio Briatore. E’ questo l’esito dei tamponi effettuati nei giorni scorsi dall’Ats e comunicato solo nella tarda serata di ieri. E’ stata quindi confermata la presenza di focolaio nel locale, chiuso dallo scorso 17 agosto. I casi sono saliti dai sei iniziali a 11 con 50 persone che si erano messe in auto isolamento. 

Proprio nei giorni scorsi si era registrato un duro botta e risposta tra Briatore, proprietario del Billionaire e il sindaco di Arzachena dopo i primi casi positivi. Affermava Briatore: «”Credo che il sindaco di Arzachena sia scappato, non io. Io sono a casa mia, io a Montecarlo non scappo, ma ci vivo e mio figlio va a scuola qui, abbiamo 400 dipendenti. Invece ieri sera, abbiamo le prove fotografiche e video, che manderemo, ballavano tutti sui tavoli, non fa nemmeno rispettare il decreto del governo secondo cui non si può ballare. Ha aspettato che il Billionaire chiudesse e via, festa come mai». E nella replica, Roberto Ragnedda, il primo cittadino di Azachena prima ironizzava, «pensavo che fosse l’imitazione di Crozza», poi precisava che l’ordinanza era la stessa del 2017. Con una chiusura velatamente polemica: «È un momento particolare e la guarda va tenuta alta, quest’ordinanza va a tutelare la salute di tutti soprattutto di quelli più anziani come lei che è giusto che si proteggano e mettano la mascherina”. 

Sempre a Porto Cervo è stato chiuso un famoso locale, il Sottovento, una decisione presa in modo autonomo dai gestori in seguito ad caso di positività riscontrati tra i membri dello staff. 

Edizioni

x