« Torna indietro

“Diverse modalità di amministrare la cosa pubblica da parte dei rappresentanti della destra rispetto a quelli della sinistra”: parla Il Circolo PD Aldo Montomoli di Venturina Terme

Buonasera, Invio di seguito il comunicato stampa del circolo Pd di Venturina Terme con preghiera di pubblicazione. 

                                                                                                           Venturina Terme, 24 Agosto  2020

E’ di questi giorni la notizia dell’uso personale da parte dell’Amministratore Delegato della Parchi spa dei locali adibiti ad uso foresteria del Museo di Populonia così come dell’esposizione al bar  del Museo archeologico, di alcune casse dei vini prodotti da una cooperativa bresciana di cui lo stesso amministratore è presidente, fatti appresi dalla stampa e che hanno suscitato le vivaci proteste di alcuni sindaci della Val di Cornia, tra i quali quello del comune di Campiglia M.ma.

Ancora più recente è la notizia del ricevimento in Municipio da parte del Sindaco di Piombino del segretario della Lega Matteo Salvini non in veste istituzionale, ma da capo di partito.

Queste due vicende sono sintomatiche di due diverse modalità di amministrare “la cosa pubblica” da parte dei rappresentanti della destra rispetto a quelli della sinistra: una gestione para-privata per i primi ed una pubblica/comune per i secondi. Per quanto riguarda la vicenda della Parchi spa, aldilà di eventuali irregolarità/illeceità che detti comportamenti dovessero rivestire, quello che balza immediatamente all’occhio è sicuramente l’inopportunità di certi comportamenti. E’del tutto evidente che chi dirige una società pubblica, perché questo è la Parchi, non possa e non debba utilizzare, beni che le sono stati conferiti dai Comuni partecipanti. Non è infatti un’impresa privata, e quindi non appartiene a chi la sta amministrando.

La Parchi peraltro ha tra i suoi obiettivi anche quelli di promozione turistica del territorio della Val di Cornia e di valorizzazione del patrimonio “latu senso” culturale appartenente ai diversi Comuni che ne fanno parte.  Appare pertanto in evidente contrasto con tali compiti la promozione di vini che niente hanno a che fare con il nostro territorio, fatto che denota l’assoluta mancanza di conoscenza  di quella  che è la mission della società se non addirittura un totale disinteresse. Bene ha fatto il Consorzio Tutela Vini Doc Val di Cornia a incontrare la Parchi e offrire spunti per un corretto inquadramento della collaborazione istituzionale tra soggetti deputati alla valorizzazione di uno stesso territorio, ma non può che suscitare un enorme preoccupazione anche per il nostro circolo PD di Venturina Terme la totale trascuratezza, da parte della nuova governance della società, di quei valori che detta società dovrebbe invece impersonare e perseguire e che dovrebbero appartenere al dna di chi ne ha l’amministrazione.

Se qualcuno dovesse poi ritenere questi comportamenti “padronali” frutto di una mera svista potrà tranquillamente ricredersi valutando il fatto che anche il ricevimento di un capo di partito in luogo che appartiene alla comunità, anziché nella sua sede politica, è lo specchio di questo modo di “personale” amministrare  anziché nell’interesse comune.

Ad ogni buon conto ogni dubbio su di che pasta sia fatta la destra attuale è stato fugato dal recente intervento di Salvini volto al dileggio del giornale Il Tirreno a cui esprimiamo la nostra solidarietà. E sottolineiamo come, anche qui, il sindaco di Piombino abbia voluto uniformarsi al capo della Lega applaudendo le squallide e offensive battute accompagnandole con un compiaciuto sorriso davvero fuori luogo. 

Non abbiamo ricordo nei tempi recenti di critiche alla stampa di così basso livello ed espresse in un linguaggio così rozzo. Ma questa è la destra che sta avanzando e che tutta la sinistra, PD in prima fila, dovrà contrastare con la forza dei propri argomenti e delle proprie azioni.

A questo punto diventa veramente difficile, se non impossibile, che qualcuno continui a chiedersi, come faceva una nota canzone di Gaber “cos’è la destra, cos’è la sinistra”: basta osservare il modo in cui sta amministrando ora la destra in ogni campo in cui ha avuto mano libera.

x