« Torna indietro

Dalla Regione 280mila mascherine per la sicurezza delle fiere piemontesi

La Regione mette a disposizione dei comuni 280mila mascherine per l’organizzazione di fiere ed eventi. Presentata la Douja d’Or

Settembre mese di fiere, sagre ed eventi all’aperto per approfittare del clima favorevole che di solito questo mese riserva. Quest’anno, naturalmente, ci sono regole di sicurezza da rispettare e allora la Regione ha deciso di mettere a disposizione dei comuni piemontesi 280mila mascherine. Un impegno volto a garantire lo svolgimento dei grandi eventi del territorio che caratterizzano la tradizione locale piemontese. Come la Fiera del peperone di Carmagnola, storica e frequentatissima sagra alle porte di Torino che si sta svolgendo in questi giorni, che ha chiesto e ottenuto dalla Regione Piemonte la fornitura di 5mila mascherine da distribuire ai partecipanti. Anche gli altri comuni che ospitano fiere o altri eventi potranno richiedere la dotazione di mascherine chirurgiche monouso alla Regione. È convinzione delle istituzioni coinvolte, infatti, che per offrire un proseguimento del calendario di appuntamenti locali sia necessario garantire la sicurezza di tutti. L’organizzazione di molti degli eventi previsti nei comuni, senza un impegno di questo tipo, sarebbe stata incerta o più difficoltosa. Proprio stamattina il presidente della Regione Alberto Cirio ha partecipato alla presentazione di una delle più famose e storiche fiere piemontesi, la Douja d’Or che si terrà ad Asti dall’11 settembre al 4 ottobre.  “Non dimentichiamo i mesi passati da cui arriviamo, ma guardiamo all’autunno con voglia di ripartire grazie alla Douja d’Or di Asti e ad altri eventi organizzati in Piemonte. Siamo riusciti a garantire alla Douja un impegno economico più importante del passato – ha precisato Cirio – perché è un grande evento che verrà ricordato, un evento che garantirà sicurezza”.

Edizioni

x