« Torna indietro

Bonus partite Iva richiesto da 5 parlamentari: parla Di Maio

Di Maio: “Cibus segno di speranza, si riparta dall’export”

Il Ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio ha inaugurato nella mattinata di mercoledì 2 settembre Cibus Forum alle Fiere di Parma. Insieme a lui anche il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Il primo cittadino non era annunciato nel programma ufficiale di Cibus Forum: dopo le polemiche ha deciso di andare alle Fiere ed incontrare Di Maio, nonostante le pesanti polemiche del recente passato sul Movimento 5 Stelle.

“Cibus Forum – ha esordito Luigi Di Maio – è fondamentale per l’importanza strategica del nostro export ed è un grande segnale di speranza. Il Cibus vero e proprio si terrà nel 2021 e noi lo sosterremo vivamente gli eventi fieristici che promuovono il made in italy nel mondo. L’idea di di oggi è importantissima per dare continuità ad una serie di eventi e di appuntamenti che causa Covid purtroppo erano stati rimandati. Il made in Italy è più che mai  strategico in questo momento: circa il 32% del Pil è legato alle esportazioni e il 15% legato al turismo”.

“Promuovere il made in italy nel mondo – ha proseguito il Ministro degli Affari Esteri – vuol dire anche restituire il flusso turistico legato allo shopping, alla moda, alle nostre eccellenze e alle nostre bellezze naturali. Noi investiremo fortemente nelle Fiere: abbiamo nuovi strumenti, già introdotti con il decreto Agosto. Più in generale a maggio abbiamo firmato un patto per l’export che vale molti migliardi di euro per le nostre imprese. Il futuro del made in italy sarà sempre più forte quanto più aiutaremo le nostre aziende per entrare nei nuovi circuiti”.

Leader di agricoltura, industria alimentare e grande distribuzione si troveranno per delineare, assieme a rappresentanti del Governo e delle istituzioni, una strategia per la ripresa. La filiera, che ha dimostrato compattezza e reattività nella gestione della crisi adattandosi in velocità e sicurezza ai cambiamenti, si riunisce, per la prima volta dopo il lockdown, per un confronto diretto e un’analisi su quella che è la strada dell’agroindustria italiana per la gestione delle emergenze.

Le aziende alimentari italiane hanno reagito con molto impegno alla situazione, confermando il loro posizionamento di eccellenza qualitativa, ma soprattutto di filiera, che può dare un contributo significativo al rilancio dell’economia italiana. La pandemia globale ha però rappresentato un punto di svolta per il settore, da qui l’esigenza, espressa dalla Food Community, di incontrarsi per avviare, in assoluta sicurezza, un dialogo “de visu” su come strutturarsi al meglio per progettare i prossimi cicli di sviluppo.

Cibus, che da sempre intercetta le esigenze dell’industria agroalimentare Made in Italy, ha deciso di offrire un’occasione di incontro agli operatori professionali italiani ed europei, per dialogare con le istituzioni, confrontarsi con esperienze internazionali e riflettere sui cambiamenti strutturali che stanno avvenendo nel sistema economico italiano e che hanno accelerato dei processi già in atto, confermando tendenze di consumo e imposto nuove consapevolezze nel consumatore.

Gli scenari aperti a seguito della pandemia globale di Covid-19 sono tutt’oggi incerti e hanno imposto un cambiamento degli stili di vita e delle abitudini d’acquisito.  Cibus Forum sarà quindi un’importante occasione di dibattito sulla ripartenza dei consumi interni, sui processi di produzione, distribuzione e somministrazione, sul ruolo dell’alimentazione Made in Italy nell’ambito della salute e sul sostegno al martoriato canale del fuori casa, uno dei più colpiti dalla crisi, a cui si cercherà di offrire proposte che puntino su innovazione e ricerca.
IL PROGRAMMA DI CIBUS FORUM
FOOD&BEVERAGE E COVID-19: DALLA TRANSIZIONE ALLA TRASFORMAZIONE

2 SETTEMBRE 2020

09:45 – 10:30 | Saluti di Benvenuto
•           Gian Domenico Auricchio, Presidente Fiere di Parma
•           Marco Bosi, Vice Sindaco di Parma
•           Stefano Bonaccini, Governatore Regione Emilia Romagna
•           Luigi Di Maio, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione

SESSIONE I

10:30 – 12:30 | CONSUMI E NUOVI VALORI: L’IMPATTO DEL COVID-19 SULLE ABITUDINI DEI CONSUMATORI. QUALI PROSPETTIVE E QUALI OPPORTUNITÀ?”

10:30 -11:00
I nuovi scenari di consumo in Italia, in Europa e nel mondo
A cura di: Christian Centonze, Nielsen

11:00- 12:30
Tavola Rotonda
•           Ivano Vacondio, Presidente Federalimentare
•           Roberto Luongo, Direttore Generale ICE Agenzia
•           Giorgio Santambrogio, AD Gruppo VéGé
•           Nicola Levoni, MOB FoodDrinkEurope
•           Tanya Kopps, CEO Metro Italia

Modera: MARIA CRISTINA ALFIERI, Gruppo Food

SESSIONE II

14:30 – 16:30 | ALIMENTAZIONE POST COVID-19: SALUTE E SICUREZZA

14:30 – 15:00
Salute e sicurezza: i nuovi paradigmi
A cura di: Giuseppe Ippolito, Direttore Scientifico dell’ Inmi Lazzaro Spallanzani

15:00 -16:30
Tavola Rotonda
•           Francesco Branca, Director Department of Nutrition for Health and Development – WHO
•           Armando De Nigris, Presidente del Gruppo de Nigris e Advisor per l’Italia alla European
•           Commission for Environment, Public Health and Food Safety
•           Mario Fiorentino, Direttore Generale per la politica industriale, l’innovazione e le piccole e medie imprese – Ministero dello Sviluppo Economico
•           Rosario De Marchi, Direttore Operations Italia e Direttore Ambiente, Sicurezza ed Energia Italia – Gruppo Acqua Minerale San Benedetto SpA
•           Giuseppe Ruocco, Segretario Generale – Ministero della Salute

Modera: DEBORA ROSCIANI, Radio 24 (Gruppo Sole 24 Ore)

17:30 | Premiazione TESPI Food Awards
A cura di: Tespi Mediagroup
Gli esclusivi premi dell’eccellenza assegnati dal retail alle aziende che si sono distinte nell’ideazione e la realizzazione di attività di Marketing&Comunicazione

19:30 -22:30 | Aseptic Gala Dinner
in collaborazione con Costa Group e Francesco Panella, “Antica Pesa” (Roma)
Esperienza Gastronomica Innovativa secondo i protocolli di sicurezza sanitaria
post Covid-19

3 SETTEMBRE 2020

9:30 -10:30 | Le donne si svegliano prima

Il nuovo linguaggio dell’agroalimentare
A cura di: A cura di: Alessandra Ravaioli, Associazione Nazionale Le Donne dell’Ortofrutta

Il retail: il collante tra l’industria e il cliente
Tavola Rotonda
•           Alessandra Corsi, Direttrice Marketing e Mdd Conad
•           Grazia De Gennaro, Head of Communications Maiora – Despar Centro Sud
•           Eleonora Graffione, Presidente Consorzio Coralis
•           Maria Flora Monini, Direzione Immagine, Comunicazione e Relazioni Esterne Monini SpA
•           Chiara Rossetto, AD Molino Rossetto SpA
•           Marianna Palella, Ceo e Responsabile Marketing Citrus

Modera: CRISTINA LAZZATI, Mark Up & Gdoweek

SESSIONE III

10:45- 12:45 |COME SI MODIFICANO I RAPPORTI DI FILIERA: VALENZA STRATEGICA E PROSPETTIVE FUTURE PER L’AGROALIMENTARE

10:45 -11:15
La Filiera agroalimentare italiana di fronte alla sfida del Green Deal: posizionamento attuale e possibili impatti
A cura di: Denis Pantini, Nomisma

11:15 -12:45
Apertura dei lavori
Il futuro dell’olio italiano: moderno e sostenibile
Studio realizzato da: The European House – Ambrosetti in partnership con Monini S.p.A.
Presentato da: Carlo Cici – Associate Partner, Head of Sustainability di The European House – Ambrosetti

Tavola Rotonda
•           Catherine Geslain Lanéelle, Vice Capo di Gabinetto Commissario UE Agricoltura
•           Dino Scanavino, Presidente CIA
•           Ettore Prandini, Presidente Coldiretti (*in attesa di conferma)
•           Massimiliano Giansanti, Presidente Confagricoltura
•           Giuseppe Ambrosi, Presidente Assolatte
•           Nicola Bertinelli, Presidente Consorzio Parmigiano Reggiano
•           Zefferino Monini, Presidente AD Monini SpA
•           Francesco Mutti, CEO Mutti SpA

Chiusura dei lavori
Teresa Bellanova, Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Modera: PAOLO DE CASTRO
In collaborazione con Fondazione Food Trend

SESSIONE IV

14:30-16:30 | RIPARTIRE BENE: LA SOSTENIBILITÀ E L’INNOVAZIONE COME RISPOSTA ALL’EMERGENZA

14:30 -15:00
Sostenibilità e priorità
A cura di: Alessandro Perego, Politecnico di Milano

15:00 -16:30
Apertura dei lavori
Diventare sostenibili: motivazioni, requisiti e vantaggi
A cura di: Angelo Riccaboni, Santa Chiara Lab, Università degli Studi di Siena
Risultati dell’indagine “Fixing the business of food ” a cura di: BCFN in collaborazione con Cibus.

Tavola Rotonda
•           Catia Bastioli, AD Novamont
•           Massimo Centemero, Direttore C.I.C
•           Massimo Della Porta, Presidente Gruppo  SAES
•           Guido Barilla, Presidente Gruppo Barilla SpA
•           Marco Pedroni, Presidente COOP Italia
•           René Castro Salazar, Vice Direttore Generale Dipartimento Clima, Biodiversità, Terra e Acqua- FAO

Chiusura dei lavori
Vincenzo Amendola, Ministro per gli Affari Europei

Edizioni