« Torna indietro

Federico Carnavale, sindaco di Monte San Biagio

A Monte San Biagio l’anno scolastico inizierà il 24 settembre: lo ha deciso il sindaco

Tra mille Ponzio Pilato, che se ne sono lavati le mani, qualcuno si è assunto la responsabilità in prima persona ed ha agito.

Parliamo del sindaco di Monte San Biagio, Federico Carnevale, che ha affidato al proprio profilo social quanto deciso: “Buongiorno, questa mattina voglio fare una comunicazione importante. Sto per firmare l’ordinanza per posticipare l’inizio delle attività didattiche al 24 settembre 2020. I motivi li conosciamo tutti e sinceramente, non capisco il perché si debba far coincidere l’apertura dell’anno scolastico con le consultazioni referendarie. Solo con un atto di irresponsabilità si poteva immaginare di aprire il 14, costringendo i sindaci a fare la sanificazione dei locali, poi chiudere due giorni dopo, poi rifare la sanificazione, poi riaprire e poi richiudere perché ci sono comuni che vanno al ballottaggio”.

In tanti, in questi giorni, compreso il presidente della provincia Carlo Medici, avevano chiesto alla regione di adottare questo provvedimento proprio per le ragioni esposte da Carnevale. Ma dal presidente Zingaretti era arrivato un secco no.

Nella sua disamina, il sindaco conclude dicendo: “Sono convinto che una finestra temporale ulteriore, per quanto breve, consentirà sicuramente una soluzione definitiva per una più completa organizzazione dei plessi scolastici. Ho preso questa decisione a seguito anche della richiesta pervenutami dalla nuova dirigente scolastica la quale – conclude Carnevale – auspica nel differimento della data di inizio delle lezioni confidando nella mia lungimiranza nel comprendere le criticità del momento. Mi auguro che i genitori condivideranno con me questa scelta di responsabilità perché la scuola va salvaguardata e non è il luogo per le tarantelle istituzionali”.

x