« Torna indietro

Sicurezza alimentare con il prof. Paolo Ascierto

Vice Presidente Confcommercio Umberto Cinque e prof. Paolo Ascierto

Ospedale Pascale sul tetto del mondo, è il primo centro contro la lotta al melanoma

Nella classifica internazionale del sito Expertscape guida la classifica mondiale il Pascale con Paolo Ascierto.

Arriva un importante riconoscimento per l’ospedale Pascale, eletto come il migliore centro internazionale per la lotta al melanoma secondo la classifica stilata dal sito americano Expertscape.com. Su ben 65.000 esperti Paolo Ascierto, direttore dell’Unità di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell’Istituto dei tumori partenopeo è stato considerato il numero uno nella lotta al melanoma.

Il dottor Ascierto sicuramente ha visto lievitare la sua popolarità a livello mondiale grazie alla felice intuizione di utilizzare un farmaco anti-artrite per curare la polmonite derivante dal Coronavirus. Il medico partenopeo tuttavia vantava già un notevole credito a livello internazionale come oncologo ed esperto sul melanoma e sui tumori in generale.

L’analisi di Expertscape è stata ideata da ricercatori dell’Università della North Carolina e si basa sulla produzione scientifica e sulle pubblicazioni dell’ultimo decennio su riviste di caratura internazionale. Ascierto vanta un Impact Factor pari a 3500 ed un H-Index pari a 68, parametri molto elevati per misurare l’attendibilità della produzione scientifica.

La presenza ai primi posti della classifica nazionale di Exterscape di Ester Simeone e Antonio Grimaldi, collaboratori di Ascierto, confermano la bontà del lavoro svolto da tutto lo staff del medico partenopeo.

Gerardo Botti, direttore scientifico del polo oncologico Pascale, commenta con entusiasmo e giustificata gioia la notizia: “Nell’ultimo decennio al Pascale sono state condotte più di 120 sperimentazioni sul melanoma, per un totale di oltre 3.500 pazienti coinvolti. Un Istituto che conferma il suo ruolo di leader internazionale coinvolto nelle principali sperimentazioni cliniche e traslazionali, nonché nella definizione delle più importanti linee guida nel settore”.

Edizioni

x