« Torna indietro

Verde Pubblico

Arrivano soldi per il verde pubblico

300.000 € per iniziare sistemazione e rigenerazione delle aree a verde pubblico

Arrivano soldi per il verde pubblico, e sono 300.000 € delle compensazioni Eni. Grazie all’ex art.6 dell’accordo attuativo siglato nei giorni scorsi, Regione e Comune avrebbero dovuto destinare tale somma alla realizzazione di interventi per lo svilupppo sostenibile nel settore delle energie e di riqualificazione urbana e culturale della città.

Questo è quanto sottoscritto il 6 novembre 2014, da Regione, Comune, Eni e Raffineria di Gela nel protocollo d’intesa per l’area di Gela: le compensazioni devono servire a finanziare progetti volti a garantire gli equilibri eco – sistemici e ambientali del territorio interessato dalle attività comprese nel programma di sviluppo Eni.

Ma lo scorso 20 maggio il Comune ha chiesto ad Eni di verificare la possibilità di avvalersi di una quota del contributo di 32 milioni per abbellire e sistemare le aree verdi e la risposta è stata positiva.  

Quindi questo piano di intervento straordinario sarà realizzato e gestito dal Comune attraverso i propri uffici e mediante gara ad evidenza pubblica, appena i soldi saranno erogati.

“Gela ha bisogno di un intervento massiccio di miglioramento di ciò che concerne il decoro urbano – hanno dichiarato il Sindaco Lucio Greco e gli assessori al bilancio, Danilo Giordano, e al decoro urbano, Giuseppe Licata – e serve una bonifica delle aree verdi pubbliche. Per questo abbiamo deciso di attingere alle compensazioni Eni, per ridare respiro alla città e restituirle un’immagine decorosa. Vogliamo ricordare, a questo proposito, che è sempre possibile per commercianti, associazioni ed enti a vario titolo adottare le aree verdi ed occuparsi della loro gestione, facendo un regalo alla propria comunità. Non appena, materialmente, saranno accreditate queste somme predisporremo tutte le opere necessarie”.

Edizioni

x