« Torna indietro

bari 8 autobus ibridi servizio scuola

Trasporto scolastico, a Bari i primi 8 bus ibridi, con videocamere e plexiglass protettivo per l’autista

La flotta complessiva sarà composta da 23 mezzi, disponibili già nei prossimi 15 giorni. Ma è in programma una gara per l’acquisto di nuovi mezzi che rinnoveranno totalmente il parco mezzi Amtab

Sono giunti a destinazione i primi 8 autobus ibridi che concorreranno a formare la flotta di 23 mezzi che il Comune di Bari ha acquistato per rinforzare il servizio di trasporto scolastico in vista della riapertura del 24 settembre. Gli autobus – costati al Comune otto milioni di euro pervenuti dalla Regione Puglia – sono definiti ibridi perché utilizzano un motore elettrico integrato con un sistema di accumulo ricaricabile ma anche un sistema alimentato con un combustibile esterno.

Gli 8 mezzi arrivati ieri si trovano all’interno del deposito Amtab in attesa di immatricolazione ed entreranno in servizio a partire dal 24 settembre, andando così “a rafforzare le linee del trasporto scolastico che necessitano di più mezzi”, spiega il sindaco Decaro, che coglie l’occasione per ribadire che “Le linee guida del Ministero ci dicono che sarà possibile elevare la capienza dei passeggeri fino all’80% dei regimi standard ma i controlli sull’obbligo di indossare la mascherina saranno stringenti”. I mezzi sono peraltro dotati di sistemi di videosorveglianza a bordo e di una vetrata in plexiglass che separa l’autista dai passeggeri per proteggerli “sia da eventuali malintenzionati sia da possibili contatti ravvicinati”; vi sono inoltre tornelli e una pedana per la salita la discesa di persone con disabilità .

“Considerata la portata della popolazione studentesca delle scuole superiori, all’Amtab servirebbero il doppio dei mezzi attualmente previsti sulle linee dedicate al trasporto da e verso le scuole, e contiamo nei prossimi quindici giorni di poter abilitare anche gli altri 15 mezzi acquistati con il finanziamento regionale”, aggiunge poi Decaro. Che annuncia anche la partenza di nuove procedure di gara per l’acquisto di nuovi mezzi “attraverso i fondi trasferiti dal Ministero alla Città metropolitana di Bari, in modo da poter rinnovare totalmente il parco mezzi dell’azienda”.

Edizioni

x