« Torna indietro

Sabrina Peron

Sabrina Peron, la prima donna ad attraversare la Manica a nuoto è un’avvocatessa

Sabrina Peron, la prima donna ad attraversare la Manica a nuoto è un’avvocatessa

Sabrina Peron, avvocato dello Studio Franzosi Dal Negro Setti di Milano, oltre che una brillante professionista, è la prima donna italiana ad avere non solo compiuto questa impresa, la traversata, ma anche conquistato la Triple Crown, il riconoscimento che va ai nuotatori che hanno completato con successo le traversate di Catalina Channel (California), 20 Bridges (il periplo di Manhattan, New York, ndr) e, appunto, del Canale della Manica.

Sabrina Peron: il primato

Domenica 6 settembre ha attraversato la Manica a nuoto in 14 ore e 46 minuti, sfidando freddo, onde e vento. Partenza alle 2 del mattino dalle scogliere di Samphire Hoe, vicino al porto di Dover e arrivo in Francia sulla spiaggia di Wissant, presso Calais. Mare mosso per tutto il tragitto.

Lo ha fatto con tutte le incognite di una traversata di 35 chilometri, che possono diventare di più a seconda delle correnti. Con una temperatura di 18 gradi, da affrontare con costume da piscina, una normale cuffia e semplici occhialini: gli unici consentiti nel nuoto in acque libere. Quindi, niente muta né pinne. Solo della lanolina, per prevenire abrasioni e traumi. E una borraccia con acqua calda e maltodestrine con cui rifocillarsi ogni mezz’ora, senza mai fermarsi e senza toccare la barca, pena la squalifica.

Ad accompagnare Sabrina la barca con a bordo l’amico Thomas Walter Kofler, il primo italiano a ottenere la Triple Crown.

Sabrina Peron: su di lei

L’avvocato Peron, 54 anni, si allena infatti tre, quattro volte a settimana con il coach Paolo Felotti alla piscina del Gonzaga di Milano. Mentre nel week end la sua meta «natatoria» sono i vicini laghi lombardi e piemontesi.

Edizioni