« Torna indietro

Padova, arrivata Giorgia Meloni: “Città bellissima, ma governata dalla sinistra con troppa delinquenza e degrado”

“Padova è una città bellissima, ospita la seconda università più antica del mondo. Anche qui come in tutte le città governate dal centro sinistra c’è troppa delinquenza e troppo degrado in certe zone. Certi quartieri sono letteralmente abbandonati a loro stessi. Vi ricordate cosa successe proprio qui al povero Brumotti?». Parla così di Padova, Giorgia Meloni. Usa parole agrodolci che sicuramente provocheranno una replica da Palazzo Moroni. Ad aspettarla, di fronte alla stazione, ci sono esponenti del partito, una cinquantina di militanti e i candidati al consiglio regionale. C’è Raffaele Zanon che con Destra Veneta sostiene Enoch Soranzo, uno dei candidati parte con i favori del pronostico, e Maria Elena Sinigaglia. C’è Elisabetta Gardini, ci sono i consiglieri comunali padovani Matteo Cavatton, Enrico Turrin ed Elena Cappellini e ora candidati in Regione. In Veneto Fratelli d’Italia presenta 55 candidati, 9 nelle cinque province più popolose e poi 5 a Rovigo e Belluno. Il partito secondo i sondaggi è in forte ascesa ma va considerato comunque che i candidati e tutti i sopracitati nel partito della Meloni ci sono da relativamente poco tempo e vengono da altri partiti quindi non è detto che questo aspetto alla fine non possa avere una certa incidenza sull’elettorato. Poi c’è stato in Veneto il caso di Sergio Berlato che ha inviato migliaia di lettere a cacciatori ed elettori di FdI per caldeggiare nel vicentino il voto al genero, il romano Vincenzo Forte, cosa che non a tutti nel partito è piaciuta.

x