« Torna indietro

Attività trasfusionali, Regione: acquisizione programmata di emocomponenti

Si è riunita oggi, a Palazzo Silone, a L’Aquila, la giunta regionale. E’ stato approvato, su richiesta dell’assessore alla sanità, lo schema di convenzione relativa alla cessione per l’acquisizione programmata di ‘emocomponenti ai fini della compensazione interregionale‘ secondo quanto previsto dall’accordo Stato-Regioni per la nuova disciplina delle attività trasfusionali. L’obiettivo è quello di normare, con una convenzione, da adottare su tutto il territorio nazionale, i rapporti convenzionali tra Regioni. Approvato un finanziamento aggiuntivo per incentivi in favore del personale dipendente del servizio sanitario regionale per il servizio reso in seguito all’emergenza epidemiologica. Le risorse finanziarie statali e regionali sono ripartite tra le quattro Asl abruzzesi per un totale di 17 milioni di euro. La giunta ha preso atto, inoltre, della decadenza dalle funzioni dell’attuale direttore dell’Agenzia sanitaria regionale al fine di procedere ad una complessiva riorganizzazione.

Il rischio Radon

Su proposta degli assessori alla sanità e all’urbanistica e territorio, approvate le linee Guida per i regolamenti edilizi in chiave eco-compatibile, ecosostenibile e orientati al contenimento del rischio Radon. Sono predisposte dal gruppo di coordinamento regionale con il supporto tecnico dell’Università degli studi ‘Gabriele d’Annunzio’ di Chieti – Pescara dipartimento di Ingegneria e Geologia. Definiscono le regole tecniche ed i criteri di realizzazione di misure per prevenire l’ingresso del radon negli edifici, anche di nuova costruzione, secondo quanto previsto nella direttiva 2013/59/Euratom. Si tratta di uno strumento operativo per i Comuni, per i progettisti e per i costruttori.

x