« Torna indietro

https://www.facebook.com/Commissario-di-Governo-contro-il-Dissesto-Idrogeologico-Regione-Siciliana-1737247313237138

Dissesto idrogeologico: a Sinagra in gara i lavori per la messa in sicurezza di contrada Martini

Dissesto idrogeologico: a Sinagra, nel Messinese, in gara i lavori per la messa in sicurezza di Contrada Martini, comunica la presidenza della Regione Siciliana. La struttura commissariale diretta da Maurizio Croce ha pubblicato la gara per assegnare i lavori di consolidamento e le offerte potranno essere presentate entro il prossimo 26 ottobre. “Una popolosa frazione del territorio comunale è teatro da anni di una serie di movimenti franosi e dissesti diffusi da codice rosso, come è stato certificato dal Piano stralcio di bacino. Si tratta della contrada Martini, in cui risiedono stabilmente circa cinquecento persone e dove ricadono molti appezzamenti di terreni agricoli intensamente coltivati. Un’area, dunque, strategica anche per l’economia dei Nebrodi e che grazie all’intervento dell’Ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, sarà finalmente messa in sicurezza”, si legge in un comunicato stampa.

Sinagra

A provocare crepe e cedimenti del terreno è stata soprattutto l’assenza di una razionale regimentazione delle acque piovane e sarà quindi necessario realizzare tutte quelle opere che possano consentirne un regolare e adeguato smaltimento. Si dovrà intervenire, in particolare, su due tratti della strada provinciale compresi tra il bivio per il Comune di Ficarra e l’inizio dell’abitato e che smottamenti e crolli di massi hanno reso insicuri.

Si prevedono il disboscamento delle pareti rocciose, la rimozione dei materiali franati e di quelli instabili e, subito dopo, la collocazione di nuove reti metalliche con la costruzione dei necessari muri di sostegno. L’intervento principale del progetto interessa però la zona immediatamente a valle di contrada Martini: sarà realizzata una paratia di pali in cemento armato che avrà inizio dal tornante della strada provinciale e terminerà a ridosso dell’ingresso della borgata, comunica la Regione.

Edizioni