« Torna indietro

prof positivo tre classi

Prof positivo al Covid, tre classi in quarantena. Ma nessuno studente contagiato

Il prof è risultato positivo al Covid, e tre classi sono finite in quarantena. Ma nessuno studente dell’istituto Marco Polo di Firenze risulta contagiato e per loro le lezioni continueranno con la DaD, didattica a distanza.

A dare notizia di quanto accade all’istituto tecnico Marco Polo è lo stesso dirigente scolastico, Ludovico Arte con due circolari sul sito della scuola. «La scuola non assume alcuna decisione di carattere sanitario. Semplicemente prendiamo atto delle misure assunte dall’Ufficio di Igiene Pubblica. Nessuno studente del Marco Polo risulta positivo al Covid».

Il dirigente precisa che «per quanto non si possa affermare con assoluta certezza, da tutte le informazioni in nostro possesso i contatti che hanno dato origine al caso di positività al Covid in oggetto hanno avuto origine fuori dalla scuola e non all’interno».

Tre classi in quarantena, ma in questo momento «non sono previste misure per le persone che non hanno ricevuto comunicazioni (studenti di altre classi, docenti, parenti o amici anche se sono venuti in contatto con studenti delle classi in quarantena) e che quindi non sono ritenute a rischio dall’Ufficio di Igiene. Pertanto possono svolgere vita regolare e, per quanto riguarda la scuola, sono tenute a frequentare le lezioni e assolvere i propri obblighi».

Tre classi in quarantena. In quarantena sono finite le classi 2F, 4B e 5C, e per quanto riguarda la didattica in nelle classi in quarantena per loro, da domani (lunedì 28 settembre), è stata attivata la DaD fino al termine della quarantena. Insegnanti e studenti faranno lezione attraverso la piattaforma Meet, accedendo con la mail della scuola

Per il preside Arte, questi «sono momenti delicati e vanno affrontati con calma e razionalità da parte di tutti. Chiediamo a insegnanti, personale Ata, studenti e famiglie di mantenere il comportamento esemplare di questi giorni. La scuola farà la propria parte con il massimo scrupolo possibile».

Edizioni