« Torna indietro

Comune di San Vincenzo a Vieste per la terza edizione del G20 Spiagge Italiane

Elaborare soluzioni, pianificare il futuro e confrontarsi sulle proposte per lo sviluppo del turismo costiero. Sono questi gli obiettivi del G20 Spiagge Italiane che si terrà a Vieste, in provincia di Foggia, mercoledì 30 settembre e giovedì 1 ottobre, e che vedrà rappresentati i Comuni italiani con maggior afflusso turistico.

Un appuntamento, il terzo consecutivo, al quale sarà protagonista anche il Comune di San Vincenzo che fa parte della rete nazionale delle destinazioni balneari nata nel 2018 con la finalità di porre le basi per una cooperazione utile ad identificare i problemi comuni del settore. Questioni che, mai come adesso, hanno a che fare con crisi e rilancio.


Questo importante summit troverà i suoi momenti principali nella giornata di mercoledì, quando sia al mattino che nel pomeriggio si terranno tavoli tematici su argomenti specifici come la crescita del brand e l’acquisizione dello status di ‘città balneare’, uno degli obiettivi principali dei lavori del 2020.

In particolar modo dopo la difficile stagione condizionata dalle conseguenze del diffondersi del Covid-19 e in scia alle ripercussioni che, dal punto di vista economico e di programmazione, tutto ciò ha causato. Una richiesta, quella di acquisire lo status di ‘città balneare’, che gli stessi sindaci del G20S nel maggio scorso avevano inviato direttamente al Governo e che consentirebbe di salvaguardare i bilanci dei Comuni.


Il lavoro dei vari tavoli tematici, che affronterà tra gli argomenti cruciali destinati a fronteggiare il rilancio anche l’urbanistica, il demanio, l’ambiente e la promozione dei territori, troverà poi la sua conclusione nella giornata di giovedì 1 ottobre, quando durante il convegno in programma all’hotel Pizzomunno di Vieste, sede dei lavori del G20S, verranno presentati i risultati emersi dalle varie discussioni. «L’attuale situazione causata dall’emergenza sanitaria – spiega il sindaco di San Vincenzo, Alessandro Bandini – ha messo tutte le località turistiche a dura prova. Quella appena terminata è stata una stagione del tutto particolare e l’appuntamento di Vieste permetterà a sindaci e Amministratori di confrontarsi.

Il summit – conclude Bandini – rappresenta infatti la strada migliore per fare rete e consentire ai Comuni costieri che fanno parte del G20S di poter elaborare proposte finalizzate a rilanciare tutto il settore».

x