« Torna indietro

Coronavirus

Covid19, in Piemonte oltre cento focolai e positivi in crescita

Da fine giugno, in Piemonte, i casi di Coronavirus sono più che quintuplicati e per 97 positivi su 572 è impossibile il tracciamento dei soggetti a rischio.  Lo afferma la Federazione dei medici internisti ospedalieri (Fadoi) secondo cui, sulla base dei dati rielaborati del Ministero della Salute, da fine giugno a metà settembre l’incidenza sulla popolazione è passata da 4,11 al 25,06 casi di Covid ogni 100 mila abitanti, con l’Rt che è salito da 1,04 a 1,11, sopra la soglia di sicurezza che è uno.

I focolai attivi a inizio estate erano 11, ora – sempre secondo il Fadoi – sono 111, 68 dei quali hanno cominciato a sprigionare scintille nell’ultima settimana. Una delle armi più efficaci per arginare la diffusione del virus resta il contact tracing, ma per 97 positivi accertati sui 572 della settimana non si è riusciti a risalire all’origine del contagio. “Questo significa lasciare in circolazione persone contagiose che non sanno di esserlo”, spiega Antonio Miglietta, medico infettivologo, responsabile del servizio epidemiologia della asl Roma 2.

“In Piemonte nelle ultime settimane è stato riscontrato un lieve ma significativo incremento del numero dei contagi, che attualmente si attesta sui 70-80 nuovi riscontri/die (70% asintomatici) con stabilità del numero dei pazienti ricoverati, sia in UTI (6) che in degenza ordinaria (140)”, commenta Claudio Norbiato, Presidente Fadoi Piemonte.

l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 27.973(+55 rispetto a ieri), così suddivisi su base provinciale: 3444 (-2 ) Alessandria, 1633 (+0) Asti, 878 (+2) Biella, 2718 (+7) Cuneo, 2555 (+5) Novara, 14.221 (+36) Torino, 1309 (+7) Vercelli, 1019 (+0) Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 196 (+0) provenienti da altre regioni.

Altri 36sono “in via di guarigione”, ossia negativi al primo tampone di verifica, dopo la malattia e in attesa dell’esito del secondo.

I DECESSI SONO 4163

Due decessi di persone positive al test del Covid-19 è stato comunicato nel pomeriggio dall’Unità di Crisi della Regione.

Il totale è quindi di 4163 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 681 Alessandria, 256 Asti, 209 Biella, 401Cuneo, 379 Novara, 1839 Torino, 225 Vercelli, 133 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 40 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI

Sono 35.232(+100 casi di cui 63 asintomatici. Dei 100 casi, 30 screening, 43 contatti di caso, 27 con indagine in corso I casi importati sono 1 su 100. )i casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte, così suddivisi su base provinciale: 4376 Alessandria, 1984 Asti, 1125 Biella, 3431 Cuneo, 3304 Novara, 17.608 Torino, 1672 Vercelli, 1216 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 296 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 220 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 12 (+0 rispetto a ieri).

I ricoverati non in terapia intensiva sono 193 (+13 rispetto a ieri).

Le persone in isolamento domiciliare sono 2527

I tamponi diagnostici finora processati sono 714.369 di cui 396.001 risultati negativi.

Edizioni