« Torna indietro

salto della lepre -bonassola

Cinque Terre, il Salto della Lepre: escursione panoramica da Levanto a Bonassola e Framura

Cinque Terre, escursione panoramica da Levanto a Bonassola e Framura.

Cinque Terre – Un itinerario da Levanto a Bonassola e Framura, lungo un sentiero litoraneo straordinariamente scenografico nel Parco delle Cinque Terre. L’appuntamento è sabato 3 ottobre 2020, con ritrovo alle ore 10:15 a Levanto. Un tratto di costa che è un concentrato di bellezze paesaggistiche e angoli architettonici da godere passo dopo passo, ad iniziare dai tesori monumentali di Levanto, porta di accesso occidentale del Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Salto della Lepre: il percorso, tappa dopo tappa

In un’atmosfera tipicamente mediterranea, ci si lascia alle spalle il centro storico medioevale di Levanto per raggiungere Bonassola, dove la Chiesa di Santa Caterina testimonia il legame fra il borgo e il mare conservando gli ex-voto dei naviganti.

Tappa successiva è il Salto della Lepre (120 m), punto panoramico sovrastante Punta Monte Grosso. Una pittoresca scogliera, un salto di 100 metri nel mare blu, una chiesetta rosa a picco sul mare, un paese nascosto pieno di fiori nella verdeggiante macchia mediterranea. Una passeggiata seducente e varia, immersa nei colori e nei profumi della riviera: questa è la bellezza selvaggia e l’atmosfera da fine del mondo del Salto della Lepre. Boschi di lecci e pini, interrotti qui e là da casolari, orti e vigneti, accompagnano i nostri passi sino a Framura e al suo spicchio di terra a picco sul mare. Al ritmo delle onde si segue ancora più da vicino il mare lungo la pista ciclopedonale, ottenuta sullo storico tracciato ferroviario dell’Ottocento.

Calette e spiagge nascoste, scorci incredibili e angoli segreti si aprono tra le gallerie illuminate della pista ciclabile. Bonassola è li vicina, anche la stazione ferroviaria del borgo, però la visita non si può considerare completa senza una passeggiata fino alla cappelletta della Madonna della Punta, all’estremità del promontorio occidentale che chiude la baia. In spiaggia si possono posare zaini e scarponi per accarezzare il bagnasciuga, rigenerare i piedi, giocare con gli spruzzi delle onde che s’infrangono a riva. 

Informazioni e dettagli
  • Quota di partecipazione: 15 euro. La quota comprende l’organizzazione tecnica e l’accompagnamento di una guida ambientale ed escursionistica. La quota non comprende l’assicurazione, il viaggio e il pranzo al sacco.
  • Iscrizione obbligatoria entro le ore 10 di venerdì 2 ottobre oppure al raggiungimento del numero massimo previsto di partecipanti. Bisogna scrivere all’indirizzo e-mail specificando i seguenti dati: nome, cognome, numero di cellulare, codice fiscale e residenza. In caso di rinuncia, si prega di avvertirci tempestivamente.
  • Ritrovo: ore 10:15 a Levanto, presso il piazzale che si trova davanti alla stazione ferroviaria. Fine gita a Bonassola previsto per le 16.30 circa. Per chi ha il mezzo motorizzato a Levanto, si può prendere il treno oppure seguitare lungo la pista ciclabile insieme alla guida ambientale ed escursionistica (mezz’ora circa da Bonassola a Levanto). Pranzo al sacco.
  • Difficoltà: E – escursionistica. L’itinerario si svolge soprattutto su sentiero non esposto e in piccola parte su pista lastricata. È comunque richiesta abitudine a camminare in natura, oltre a calzature ed equipaggiamento adeguati.
  • Dislivello: + – 300 metri circa. Durata della camminata: 5 ore circa, non comprensive delle soste con le spiegazioni delle Guide, pranzo al sacco. Equipaggiamento consigliato: abbigliamento comodo e sportivo, scarpe da trekking.

Edizioni