« Torna indietro

Bebe Vio dalla sua pagina Facebook

Giro d’Italia con le ambasciatrici rosa: da Bebe Vio a Tania Cagnotto

Giro d’Italia nel segno delle ambasciatrici rosa: da Bebe Vio e Tania Cagnotto a Carolina Kostner e Elisa Di Francisca. La partenza è prevista il 3 ottobre da Morreale a Palermo, in Sicilia, a partire dalla pattinatrice Kostner. Si tratta dell’edizione 103 del Giro d’Italia, organizzato da RCS Sport / La Gazzetta dello Sport e in programma dal 3 al 25 ottobre.

Carolina Kostner (Pattinaggio artistico su ghiaccio), Carlotta Ferlito (Ginnastica artistica), Tania Cagnotto (Tuffi), Rossella Fiamingo (Scherma), Gaia Sabbatini (Atletica Leggera), Eleonora Goldoni (Calcio), Elisa Di Francisca (Scherma), Jessica Rossi (Tiro a volo), Lisa Vittozzi (Biathlon), Dorothea Wierer (Biathlon), Chiara Cainero (Tiro a volo), Francesca Dallapè (Tuffi), Arianna Fontana (Short track), Michela Moioli (Snowboard), Marta Bassino (Sci Alpino), Federica Brignone (Sci Alpino) e Beatrice “Bebe” Vio (Scherma, immagine in evidenza dalla sua pagina Fb, N.d.R.) saranno tra le ambasciatrici del Giro d’Italia 2020. Durante le 21 tappe, queste campionesse di vari sport saranno presenti sul campo a partire da Carolina Kostner alla cronometro di apertura Monreale-Palermo.

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha sottolineato come: “La presenza delle nostre campionesse azzurre al Giro d’Italia è un motivo d’orgoglio per tutto il movimento sportivo italiano. Si tratta, infatti, di atlete di assoluto valore che competono in diverse discipline e che fanno sventolare il Tricolore sui podi mondiali e olimpici. La loro presenza come madrine d’onore in una manifestazione così importante e radicata nella cultura sportiva italiana è il giusto riconoscimento per queste atlete e per queste donne che rappresentano l’eccellenza sportiva del nostro Paese. Ringrazio RCS per la sensibilità e l’attenzione che dimostra ancora una volta per lo sport in generale e, in particolare, è proprio il caso di dirlo: per quello in rosa. Iniziative come questa non fanno che rinsaldare lo spirito multidisciplinare e di squadra che viviamo, assieme al ciclismo, in ogni esperienza a cinque cerchi”.

Il Giro d’Italia 2020

Per la nona volta il Giro d’Italia partirà dalla Sicilia. Saranno quattro le tappe nella Regione dal 3 al 6 ottobre. Si comincia con una Cronometro individuale da Monreale a Palermo. In più, una cronometro individuale, un arrivo in salita sull’Etna e due tappe miste caratterizzeranno la grande partenza dell’edizione 103 del Giro d’Italia, organizzato da RCS Sport / La Gazzetta dello Sport e in programma dal 3 al 25 ottobre . Si rinnova dunque la tradizione della Corsa Rosa con avvio dalla Sicilia (1930, 1949, 1954, 1976, 1986, 1989, 1999 e 2008), in collaborazione con la Regione. Ufficializzata la lista dei corridori in competizione.
 
Si parte sabato 3 ottobre con la prima tappa, la cronometro individuale Monreale-Palermo di circa 16 km. Domenica 4 ottobre da Alcamo ad Agrigento, 150 km, con finale da finisseur. La terza frazione, Enna-Etna (Piano Provenzana 1.775) di 150 km, sarà il primo arrivo in quota del Giro d’Italia, lunedì 5 ottobre. Una salita inedita, già scalata in parte nel 2011, attaccata da nord (Linguaglossa) per giungere a Piano Provenzana. 
Martedì 6 ottobre ultima tappa sull’isola, con la quarta frazione da Catania a Villafranca Tirrena di 138 km, adatta ai velocisti. 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è unnamed-4-scaled.jpg
Le Colonne del Tempio di Ercole (Valle dei Templi) di Agrigento

La Corsa Rosa vedrà al via alcuni dei migliori corridori al mondo: velocisti, finisseur, specialisti delle prove a cronometro e uomini di classifica si confronteranno sulle 21 frazioni da Palermo a Milano: 3 cronometro individuali, 6 tappe di bassa difficoltà adatte ai velocisti, 6 di media difficoltà e 6 di alta difficoltà.

Tra i corridori che proveranno a contendersi il Trofeo il messinese due volte vincitore della Corsa Rosa (2013 e 2016) Vincenzo Nibali, il trionfatore del Tour de France 2018 Geraint Thomas, il vincitore della Vuelta a España 2018 Simon Yates, fresco vincitore della Tirreno-Adriatico, Jakob Fuglsang (Il Lombardia 2020), con i compagni di squadra Miguel Angel Lopez (sul podio di Giro e Vuelta nel 2018) e Aleksandr Vlasov, oltre a Rafal Majka (secondo nell’ultima Corsa dei Due Mari), Ilnur Zakarin e la Maglia Azzurra della Corsa Rosa 2019 Giulio Ciccone.

Il neo campione del mondo a cronometro Filippo Ganna, Rohan Dennis, Victor Campenaerts, Tony Martin e Jos Van Emden punteranno alla prima Maglia Rosa che sarà decisa dalla prova contro il tempo della Monreale-Palermo di sabato 3 ottobre.

Tra i grandi nomi al via il tre volte campione del mondo su strada Peter Sagan, Michael Matthews, Diego Ulissi e gli sprinter Elia Viviani, Arnaud Demare e Fernando Gaviria.

In generale, al via 22 squadre di 8 corridori ciascuna.

Le dichiarazioni


Nello Musumeci, Presidente della Regione Siciliana, 
ha detto: “Quest’anno il Giro d’Italia partirà dalla Sicilia. Abbiamo raggiunto questo accordo con RCS Sport e dal 3 al 6 ottobre la carovana Rosa farà quattro tappe nell’isola prima di raggiungere il continente. Un grande evento, non solo sportivo – uno sport antico e che conta in Sicilia tantissimi appassionati – ma un grande evento di promozione turistica, con il Giro d’Italia che metterà in evidenza le parti più belle e gli aspetti paesaggistici più interessanti del nostro territorio. Un’occasione buona per fare sport e fare turismo e per far conoscere in Italia e nel mondo la parte migliore della nostra terra”.
 
Manlio Messina, Assessore allo Sport, Turismo e Spettacolo della Regione Siciliana, ha dichiarato: Abbiamo subito accettato l’invito di RCS Sport ad anticipare la Grande Partenza dal 2021 al 2020 perché riteniamo anche che la destagionalizzazione per noi sia fondamentale. Siamo orgogliosi di fare parte di questo progetto che sono certo farà da traino allo sviluppo dello sport e del turismo. Sono convinto che le risorse vadano investite nei grandi eventi e per questo abbiamo scelto il Giro d’Italia. La Sicilia accoglierà la Corsa Rosa con il calore che l’ha sempre contraddistinta”.
 
RCS Sport ha commentato: Con Regione Siciliana dal 2019 stiamo sviluppando un importante progetto di promozione del territorio attraverso il ciclismo. Percorso di comunicazione cominciato con il rilancio di una corsa internazionale come il Giro di Sicilia. Adesso la Grande Partenza da Monreale e altre 3 tappe che mostreranno al mondo la bellezza della Sicilia. Sarà dunque un patrimonio dell’Unesco dare il via ad un’edizione unica, attesa e tutta italiana del Giro d’Italia. Un modo spettacolare e di fascino per aprire l’edizione 103 della nostra Corsa Rosa”.

Edizioni