« Torna indietro

scuola vuota aula

Il Comune di Verona cerca immobili da adibire ad aule scolastiche

Il Comune è alla ricerca di immobili da destinare a strutture scolastiche. Per sopperire al fabbisogno dell’anno in corso, e all’esigenza di spazi più grandi per garantire il distanziamento degli studenti, è stato pubblicato un avviso di interesse per 39 nuove aule. Possibilmente dislocate in centro storico, dove ne servirebbero 33. Le altre richieste provengono da Quinto, dove le scuole necessiterebbero di 3 nuove stanze, e dal Saval per altre 3. Vani che devono avere una superficie minima che va dai 40 ai 60 metri quadri.


Ciascun immobile proposto dev’essere ubicato preferibilmente all’interno del territorio comunale e deve essere di proprietà dell’offerente. Le proposte possono essere presentate al protocollo del Comune di Verona in formato cartaceo, entro e non oltre le ore 13 del 9 ottobre, oppure via pec all’indirizzo patrimonio@pec.comune.verona.it entro l’11 ottobre.
Sul sito del Comune è disponibile sia l’avviso pubblico che i moduli da compilare, che devono essere corredati da una sintetica descrizione dell’immobile offerto, con relativa planimetria, dall’importo chiesto per l’affitto per il periodo compreso tra il 20/10/2020 e il 10/06/2021, incluse spese condominiali e utenze (riscaldamento, energia elettrica, acqua, collegamento ADSL/linea dati, TARSU).

Per ulteriori informazioni è possibile contattare gli uffici della Direzione Patrimonio Espropri, ai numeri 0458077270-8507 o tramite mail, scrivendo a patrimonio@comune.verona.it.


“Quest’anno il distanziamento e contingentamento degli studenti presenti in una stessa aula comportano un fabbisogno maggiore di spazi – spiega l’assessore al Patrimonio Edi Maria Neri -. Per questo cerchiamo nuovi immobili, possibilmente vicini alle strutture scolastiche, da adibire ad aule. Tutte le proposte presentate verranno vagliate e i tecnici del Comune effettueranno i sopralluoghi necessari a valutarne l’idoneità. Nell’arco di qualche settimana potrebbero essere già stipulati i contratti di affitto fino a giugno”. 

Ieri il Consiglio provinciale si è riunito per deliberare le iniziative anti-Covid necessarie sul fronte scuola.

Sono stati stanziati 204 mila euro, da trasferimenti statali, per l’affitto di nuovi spazi scolastici e la conduzione degli stessi da parte degli istituti superiori, mentre per ricavare cinque nuove aule scolastiche all’ex ospedale di Valeggio, sono stati messi a bilancio 400 mila euro, anche questi sostenuti da un contributo dello Stato. Sulle tempistiche dell’intervento hanno chiesto delucidazioni i Consiglieri Paolo Martari e Roberto Dall’Oca. Quest’ultimo ha poi ribadito la necessità di un campus per il sistema scolastico del villafranchese.

L’acquisto di moduli prefabbricati da adibire a cinque aule a Villafranca, impegnerà 350 mila euro (di trasferimenti statali). Inoltre sono stati accantonati altri 800 mila euro finanziati con parte dell’avanzo della Provincia per l’eventuale acquisto di analoghi moduli per alcuni istituti del sambonifacese e del legnaghese. 

Edizioni