« Torna indietro

Dispersi, alluvioni e frane: l’ondata di maltempo mette il Piemonte in ginocchio

Piogge eccezionali su tutto il Piemonte: Cuneo, Biella e Vercelli le province più colpite

La terribile ondata di maltempo che si è abbattuta sul Piemonte si sta ritirando, lasciando dietro di sé distruzione e la preoccupazione per alcuni dispersi. I vigili del fuoco sono alla ricerca di persone disperse al Col di Tenda, in provincia di Cuneo, e a Varallo Sesia, nel Vercellese. Proprio la zona del Cuneese al confine con la Francia risulta essere una delle più colpita da queste precipitazioni eccezionali che hanno fatto esondare il torrente Vermegnano. Vernante e Limone Piemonte, località di vacanze molto frequentata, sono isolate per il crollo della statale. In questa zona sono caduti oltre 500 millimetri di pioggia in poche ore. Crolli si sono verificati anche più avanti in corrispondenza del tunnel del Tenda, con il torrente Roya che ha distrutto parte della piccola strada che porta in Francia (nella foto). I soccorsi temono che possano esserci persone intrappolate nel tunnel del Tenda, forse volontari francesi. Il Tanaro ha raggiunto e superato i livelli della terribile alluvione del 1994 ed è esondato a Ceva e Garessio ai confini con la Liguria distruggendo tutto quello che trovava al suo passaggio. Nel Vercellese il Sesia è esondato, provocando i danni maggiori a Borgosesia: ponti chiusi e molte case allagate. Allagamenti anche nel Vco, a Mergozzo e Candoglia, e nel Biellese dove una frana si è abbattuta sul Santuario di San Giovanni d’Andorno e si sono verificati smottamenti e blackout. L’interruzione dell’energia elettrica si è registrata già da ieri sera in molte zone del Piemonte, e anche le comunicazioni telefoniche sono praticamente impossibili. L’ondata di maltempo si sta ritirando: a Torino, dove il Po e la Dora sono cresciuti ma entro i livelli di guardia, non piove più. In provincia di Cuneo i fenomeni sono in attenuazione, mentre continua il maltempo sul Verbano.

Edizioni