« Torna indietro

Aurelio De Laurentiis

Aurelio De Laurentiis

Juventus-Napoli, che pasticcio! Botta e risposta di comunicati, che succede ora?

Il Napoli non parte per Torino, scoppia la polemica.

Juventus-Napoli non è mai stata una partita come le altre, ma adesso rischia di diventare addirittura un caso politico. Ricapitoliamo tutto quello che è successo e le varie tappe per avere un quadro più chiaro.

Le positività di Elmas e Zielinski

Dopo la partita Napoli-Genoa ben 14 membri genoani tra staff e calciatori risultarono positivi, oltre a Perin e Schone che però rimasero a Genova. Subito sono scattati diversi giri di tamponi tra i giocatori azzurri, in seguito ai quali sono risultati positivi prima Zielinski e poi Elmas.

L’ASL Napoli 1 vieta la partenza degli azzurri

Il Napoli era pronto a partire per Torino, ma è arrivato lo stop da parte dell’ASL Napoli 1. L’azienda sanitaria ha comunicato alla società partenopea che non c’erano le condizioni per partire, quindi ha bloccato la trasferta della squadra a Torino.

Il comunicato della Juventus: noi pronti a giocare

Intanto la Juventus nella serata di ieri ha rilasciato un comunicato annunciando che “la Prima Squadra scenderà in campo per la gara Juventus-Napoli domani alle 20:45, come previsto dal calendario della Lega di Serie A”. Proseguono intanto i tamponi anche all’interno del club bianconero, dopo la positività di due membri dello staff.

La controrisposta del Napoli

Il club azzurro, in risposta al comunicato bianconero, ha inviato alla Juventus, alla Figc ed alla Lega una pec in cui spiega l’impossibilità di partire per una precisa disposizione della Regione Campania. La partenza per Torino della squadra partenopea avrebbe quindi rappresentato una violazione del provvedimento dell’autorità sanitaria locale, con tutte le responsabilità previste dalla legge. Alla luce di ciò il Napoli ha chiesto il rinvio della partita.

Juventus-Napoli, partita rinviata o 3-0 per i bianconeri?

La stessa Lega Calcio ieri sera aveva rilasciato un comunicato, ribadendo che la partita Juventus-Napoli si sarebbe giocata regolarmente. Si era quindi profilata l’ipotesi di una clamorosa sconfitta del Napoli per 3-0 a tavolino. In realtà leggendo il regolamento si evince che le partite vanno giocate, fatti salvi eventuali provvedimenti delle Autorità statali e locali.

Queste parole dovrebbero spazzare via ogni dubbio di sconfitta a tavolino e la partita, a norma di legge, andrebbe rinviata. Al di là della legislazione è opportuno utilizzare anche un po’ di buon senso. Napoli-Genoa avrebbe dovuto fare da monito ed essere presa ad esempio per evitare focolai di contagi tra la serie A. Potrebbero celarsi infetti anche tra i giocatori azzurri che, a loro volta, rischierebbero di infettare quelli bianconeri. Per motivi di salute e sicurezza pubblica il match andrebbe quindi rinviato.

Nel frattempo è in corso una riunione straordinaria in FIGC per conoscere la decisione su Juventus-Napoli.

(Servizio di Francesco Ferrara).

Edizioni