« Torna indietro

Juventus-Napoli

Juventus-Napoli, rischio 3-0 a tavolino per gli azzurri ma ne esce sconfitto il calcio italiano. Striscioni anti-Juve fuori al San Paolo

Si profila la sconfitta per 3-0 per il Napoli, ma il club azzurro è già pronto a fare ricorso.

Juventus-Napoli, la partita indicata come il miglior spot per rilanciare il calcio italiano, si è trasformata in una pantomima che ha purtroppo messo in ridicolo l’intero movimento calcistico tricolore a livello internazionale. C’erano diverse emittenti straniere pronte a trasmettere una partita che non c’è mai stata.

Domani il giudice sportivo emetterà la sua sentenza e, con buone probabilità, assegnerà la vittoria alla Juve per 3-0 a tavolino. Le cattive notizie però non finiscono qui per il club azzurro, per il quale si profila addirittura l’ipotesi di un punto di penalizzazione.

La risposta del Napoli nelle parole dell’avvocato Grassani

Mattia Grassani, storico avvocato del Napoli, intervenendo alla Domenica Sportiva ha spiegato che il club era davanti a un bivio: partire per Torino col rischio di andare incontro a sanzioni civili o penali, oppure rispettare l’ordinamento giuridico statale. Ha inoltre sottolineato che la legge giuridica prevale su quella sportiva, quindi di fatto il Napoli non ha avuto scelta. Ad ogni modo la società in caso di 3-0 a tavolino è pronta a fare ricorso alla Corte d’Appello Federale e, se necessario, anche al Collegio di Garanzia dello Sport, al Tar o al Tas.

La figuraccia del calcio italiano

Facendo un resoconto dei giorni frenetici che hanno preceduto Juventus-Napoli, il club azzurro ha preferito non partire per Torino. Le indicazioni dell’ASL Napoli erano chiare: i soggetti a stretto contatto con Zielinski, risultato positivo, dovevano restare in isolamento fiduciario. Il club azzurro ha avvertito la Lega calcio e la Juventus che non sarebbe dunque partito.

La Lega serie A avrebbe potuto annullare la partita in attesa delle decisioni del giudice sportivo, evitando la farsa che si è svolta allo Juventus Stadium, con la squadra a fare riscaldamento ed i tifosi juventini sotto la pioggia ad attendere una partita che non ci sarebbe mai stata.

Compaiono striscioni anti-Juve fuori al San Paolo

A Napoli è montata la rabbia dei tifosi partenopei nei confronti della Lega calcio e della Juventus, che è scesa in campo pur sapendo che la squadra partenopea non sarebbe arrivata. In città sono comparsi scritte e striscioni molto polemici contro la Juve e la Figc. Anche sui social i tifosi si sono scatenati, lasciando più spazio all’ironia che alla polemica.

Domani si attende la decisione del giudice sportivo di Juventus-Napoli ma, con ogni probabilità, sarà solo la prima puntata di una saga che si preannuncia lunga e “sanguinosa”, sportivamente parlando.

Edizioni