« Torna indietro

Ai ballottaggi vince il centrosinistra dappertutto. Conquistate anche Chieti e Andria

​Il centrosinistra ha confermato nei ballottaggi di ieri i buoni risultati del 21 settembre​​, rilanciando addirittura con la conquista di due piazze precedentemente in mano al centrodestra, ​​Chieti e Andria. ​​Significativo in particolare il voto nel capoluogo abruzzese che ha eletto il medico 66enne Diego Ferrara dopo dieci anni di governo di Umberto Di Primio. ​​In terra pugliese invece, ​il nuovo sindaco sarà Giovanna Bruno. ​

Si conferma a Reggio Calabria ​Giuseppe Falcomatà, candidato di centrosinistra,​ con netto distacco su Antonino Minicuci. Crotone dopo il commissariamento ha dato fiducia all’outsider Vincenzo Voce, sostenuto da liste civiche, con il 63,95%, un risultato eclatante. Il candidato di centrodestra, Antonio Manica, ha dovuto arrendersi pur supportato da dieci liste tra cui Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia e si è fermato al 36,05%. Al primo turno Voce aveva preso solo il 36,22% contro il 41,60% di Manica.

Funziona l​a ‘coalizione’ M5S-Pd, che ​conquista Giugliano e Pomigliano d’Arco, terra natale del ministro degli Esteri Di Maio, in Campania, dopo aver fatto eleggere propri sindaci a Faenza e Caivano nel primo turno.​ Gianni Nuti, professore universitario, è il nuovo sindaco di Aosta​ con i voti di autonomisti, tra cui l’Union Valdotaine, e progressisti​. Al centrodestra rimane solo Arezzo.

​”​Quella di oggi è un’altra giornata simbolo per il Mo​vi​mento 5 Stelle. Vince il modello coalizione, il modello dell’apertura verso gli altri, verso i territori, verso le persone​, v​oluto e votato fortemente dagli iscritti​” ha commentato Di Maio.

E Zingaretti, segretario Pd: “I risultati ci dicono che l’alleanza delle forze di governo e di centrosinistra vince dove perdevamo da anni e dove avevamo perso negli ultimi tempi. La tendenza è abbastanza omogenea​”.

Edizioni