« Torna indietro

Bufera su Parchi Val di Cornia, Bardi (UILTuCS Livorno): “Prima di tutto si pensi alla stabilità dei lavoratori”

Riflettori ancora puntati sulla società Parchi Val di Cornia, dopo gli attacchi all’amministratore delegato Mauro Tognoli, con i recenti avvenimenti sulla foresteria dell’Acropoli e sul nuovo caffè del museo archeologico.


Questioni dalle quali la UILTuCS Toscana, per voce della responsabile di Livorno Sabina Bardi, si tiene a debita distanza, ma che rendono necessario un intervento del sindacato, “perché si parla comunque di una realtà, la Parchi Val di Cornia, che ha molti dipendenti: a noi interessa il loro futuro”.

“Non entriamo in questioni politiche – spiega Bardi – che poco interessano al sindacato e ai lavoratori, impegnati ad arrivare a fine mese e proseguire il loro lavoro senza nessuna incertezza né ombre sul futuro.

Quello che conta è la loro stabilità: ricordiamo che ci sono persone da tutelare e che intendiamo farlo, ogni giorno, a maggior ragione in questo periodo in cui sembra riaffacciarsi l’incubo del Covid-19”.

Come moltissimi altri, infatti, questi lavoratori hanno subito un duro colpo durante il lockdown, vivendo settimane di timori e incertezze. Per loro, adesso, “non deve prospettarsi nessun problema – precisa Bardi – e vogliamo fin da subito mettere le mani avanti ricordando comunque a tutti gli attori in campo, in questa vicenda, che nel fuoco incrociato non devono mai finire di mezzo i lavoratori

Edizioni