« Torna indietro

“Io non rischio”: campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile

“Io non rischio”: campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile

Il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Per nove anni consecutivi migliaia di volontari hanno incontrato i cittadini nelle piazze delle loro città, contribuendo a diffondere la conoscenza dei rischi e delle buone pratiche di protezione civile. 

Giunta alla decima edizione, quest’anno la campagna cambia veste: a causa dell’emergenza Coronavirus, i volontari e le volontarie di protezione civile continueranno a diffondere la cultura della prevenzione e a sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto, non solo con i punti informativi Io non rischio, ma anche e soprattutto nelle piazze virtuali.   

Anche quest’anno “Io non rischio”, apre la “Settimana nazionale della protezione civile”, alla sua seconda edizione: 7 giorni di eventi ed iniziative a livello nazionale e locale in cui i cittadini italiani potranno conoscere più da vicino il Servizio nazionale della protezione civile. A dare ufficialmente il via alla settimana sarà il capo dipartimento della protezione civile Angelo Borrelli, che domenica 11 ottobre visiterà alcune piazze della campagna Io non rischio.

Per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per la prevenzione, oltre alle piazze virtuali, visitabili sui social seguendo l’hashtag #iononrischio2020, nella Regione Abruzzo domenica 11 ottobre, i volontari di protezione civile invitano i cittadini a partecipare all’appuntamento nella piazza dell’Aquila presso piazza Duomo, che tratterà il rischio terremoto e maremoto e la piazza digitale, che tratterà il rischio alluvione.

Edizioni