« Torna indietro

De Luca

Il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca

De Luca tuona: “Pronto a chiudere tutto”. E intanto punzecchia De Magistris ed Agnelli

De Luca annuncia che, se non ci sarà un calo dei contagi, chiuderà nuovamente tutto.

Si allunga l’ombra di un nuovo lockdown in Campania, la regione che nelle ultime settimane ha fatto registrare il maggior numero di contagi in tutta Italia. Durante la consueta diretta su Facebook, De Luca ha annunciato che sarà costretto a chiudere di nuovo tutto se i contagi non dovessero scendere.

Il presidente della Regione Campania invita i cittadini a rispettare le regole e a non credere ai giornalisti poco informati o ai sindaci “che al posto di fare i sindaci vanno in televisione”. Chiaro il riferimento a De Magistris, che qualche giorno fa aveva criticato De Luca aspramente per la chiusura anticipata di bar e ristoranti.

De Luca ha comunicato che i tamponi vengono effettuati in modo mirato ed ha chiesto l’invio di 800 infermieri e 600 medici in Campania per la penuria di personale.

Arriva poi la stoccata alla FIGC ed Agnelli, presidente della Juventus: “Non sono arrivati neanche i ringraziamenti alle ASL ed al Napoli, perché abbiamo evitato di contagiare Ronaldo”.

In particolare De Luca critica il protocollo della FIGC, apertamente in contrasto con le disposizioni del Ministero e della Regione. Riferendosi alla Juve fa presente che le dichiarazioni di Agnelli sono “penose ed imbarazzanti”, soprattutto perché finalizzate a vincere a tavolino una partita contro avversari impossibilitati a muoversi.

Il presidente della Regione chiude il suo attacco ad Agnelli prendendo a prestito una frase di Schopenhauer: “La gloria bisogna conquistarla, l’onore basta non perderlo”.

Edizioni