« Torna indietro

nuovi contagi

Lieve calo dei contagi, +466. 109 casi in provincia di Firenze. Salgono le terapie intensive, +9. Ordinanza della Regione: tamponi rapidi per le scuole

Lieve calo dei contagi, +466 ma ben 109 casi sono in provincia di Firenze. Tamponi rapidi per le scuole. Oggi, lunedì 12 ottobre, in Toscana sono 18.626 i casi di positività al Coronavirus, 466 in più rispetto a ieri (335 identificati in corso di tracciamento e 131 da attività di screening). I nuovi casi sono il 2,6% in più rispetto al totale del giorno precedente.

L’età media dei 466 contagi odierni è di 43 anni circa (il 22% ha meno di 20 anni, il 20% tra 20 e 39 anni, il 35% tra 40 e 59 anni, il 17% tra 60 e 79 anni, il 6% ha 80 anni o più).

109 casi in provincia di Firenze, di cui  27 in zona empolese
Borgo San Lorenzo 6
Bagno a Ripoli 3
Calenzano 4
Campi Bisenzio 11

Firenze 26
Firenzuola 1
Greve in Chianti 2
Lastra a Signa 5
Pelago 1
Pontessieve 1
Rufina 1
Scandicci 11
Scaperia San Piero 4
Sesto Fiorentino 5
Signa 1
27  contagi in zona empolese
Capraia e Limite 2
Castelfiornetino 2
Certaldo 1
Empoli 11
Fucecchio 3
Gambassi Terme 2
Montaione 1
Montelupo Fiorentino 2
Montespertoli 3

guariti crescono dello 0,9% e raggiungono quota 10.942 (58,7% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 848.466, 8.958 in più rispetto a ieri. Sono 6.220 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 7,5% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 6.504, +5,9% rispetto a ieri.

I ricoverati sono 245 (28 in più rispetto a ieri), di cui 40 in terapia intensiva (9 in più). Oggi si registrano 6 nuovi decessi: 4 uomini e 2 donne con un’età media di 81,5 anni: 5 a Firenze, 1 a Massa Carrara.

I contagi e i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 5.245 i casi complessivi ad oggi a Firenze (109 in più rispetto a ieri), 1.294 a Prato (70 in più), 1.262 a Pistoia (12 in più), 1.666 a Massa (25 in più), 2.235 a Lucca (41 in più), 2.274 a Pisa (56 in più), 934 a Livorno (19 in più), 1.618 ad Arezzo (78 in più), 857 a Siena (42 in più), 691 a Grosseto (14 in più). Sono 550 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 191, quindi, i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 141 nella Nord Ovest, 134 nella Sud est.

Complessivamente, 6.259 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (334 in più rispetto a ieri, più 5,6%). Sono 12.808 (83 in meno rispetto a ieri, meno 0,6%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 4.353, Nord Ovest 5.203, Sud Est 3.252).

Dei contagi, le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 245 (28 in più rispetto a ieri, più 12,9%), 40 in terapia intensiva (9 in più rispetto a ieri, più 29%).

Le persone complessivamente guarite sono 10.942 (98 in più rispetto a ieri, più 0,9%): 432 persone clinicamente guarite (64 in più rispetto a ieri, più 17,4%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 10.510 (34 in più rispetto a ieri, più 0,3%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Oggi si registrano 6 nuovi decessi: 4 uomini e 2 donne con un’età media di 81,5 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 5 a Firenze, 1 a Massa Carrara. Sono 1.180 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 428 a Firenze, 54 a Prato, 84 a Pistoia, 182 a Massa Carrara, 149 a Lucca, 97 a Pisa, 65 a Livorno, 53 ad Arezzo, 33 a Siena, 26 a Grosseto, 9 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell’Agenzia Regionale di Sanità all’indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19.

L’ORDINANZA DELLA REGIONE. Tamponi rapidi per le scuole e per i servizi educativi.; Ma anche indicazioni operative aggiornate per la gestione dei soggetti con sintomi sospetti di Covid 19 e la loro riammissione in classe o nel posto di lavoro.

Prevenire i contagi e sono questi i cardini dell’ordinanza firmata oggi, 12 ottobre, dal presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, in seguito all’evolversi dell’epidemia e, in particolare, per rafforzare tutte le azioni possibili di prevenzione.

Ai primi sintomi sospetti nei bambini e negli operatori scolastici (febbre superiore a 37,5 °C, oppure tosse, nausea, vomito, difficoltà respiratorie, mal di gola, diarrea, alterazione o perdita dell’olfatto e del gusto) scatta una serie di procedure operative di prevenzione per contrastare la diffusione del contagio e per una diagnosi immediata tramite il tampone antigenico rapido.

«I tamponi rapidi ci consentiranno risposte immediate in termini di diagnosi e di tracciabilità, permettendoci di gestire adeguatamente eventuali situazioni che potrebbero mettere a rischio la salute non solo individuale, ma dell’intera collettività», commenta il presidente Giani.

Edizioni