« Torna indietro

impennata

Covid in Puglia, diminuiscono i test e i positivi. 136 i nuovi casi, 4 nel leccese

Il Covid in Puglia continua a far registrare numeri a tre cifre, ma i nuovi casi diminuiscono rispetto ai giorni precedenti. In attesa delle nuove disposizioni che saranno contenute nel DPCM del Presidente del Consiglio, probabilmente entro stasera, e che costringeranno tutti i cittadini italiani a comportamenti più consapevoli e attenti nel loro quotidiano, i numeri pugliesi continuano a preoccupare sì, ma non allarmare. I nuovi contagi restano comunque parecchi, ma sono quasi totalmente di natura asintomatica o lieve. C’è anche da dire che, rispetto ai giorni precedenti, sono diminuiti anche i test. Sono 136 i nuovi contagi nelle ultime 24 ore da Covid in Puglia. Questo è quanto emerge dal consueto bollettino epidemiologico regionale, pubblicato sulla base delle informazioni del Dipartimento Promozione della Salute. Il numero dei positivi è emerso su 2.433 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus effettuati e sono così suddivisi: 114 in provincia di Bari, 24 nella provincia BAT, 4 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto, (17 casi risultati positivi sul territorio ma residenti fuori regione sono stati riclassificati e riattribuiti, motivo per il quale il totale di 153 si abbassa a 136). Sono purtroppo stati registrati 6 decessi: 2 in provincia di Bari, 3 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Taranto.

Covid in Puglia, i dati dall’inizio dell’emergenza

emergenza coronavirus
emergenza coronavirus

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 456.383 test. I pazienti guariti sono 5142, mentre sono 3913 quelli attualmente positivi. Il totale dei casi Covid in Puglia è di 9.669, così suddivisi: 3.903 nella Provincia di Bari; 896 nella Provincia di Bat; 803 nella Provincia di Brindisi; 2367 nella Provincia di Foggia; 893 nella Provincia di Lecce; 730 nella Provincia di Taranto; 75 attribuiti a residenti fuori regione (17 casi riclassificati e riattribuiti), 2 provincia di residenza non nota. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. 

Edizioni