« Torna indietro

Hamilton è erede di Schumacher anche nei numeri

Entrambi con un lato insicuro del carattere, una predisposizione alla malinconia, eppure così straordinariamente vincenti. Da ieri un destino da campioni lega Lewis Hamilton, vincitore del Gp dell’Eifel al Nurburgring, in Germania, e Michael Schumacher.

Lewis ha raggiunto il tedesco in fatto di vittorie in Formula 1, ben 91. Per simboleggiare il passaggio di consegne tra i due fuoriclasse, Mick Schumacher, figlio di Michael, ha donato a Hamilton al termine della gara un casco appartenuto al padre. E il circo della Formula 1 e tutti gli appassionati si sono commossi.

Lewis con la sua Mercedes ha vinto ieri su Max Verstappen (Red Bull) e Daniel Ricciardo della Renault. “Ho assistito in tv al dominio di Michael per così tanto tempo che non avrei mai pensato di avvicinarmi ai suoi record”.

Tutti e due di origini umili, con il senso del lavoro come vettore e la determinazione che fa la differenza, Lewis e Michael hanno molto in comune, al di fuori delle apparenze caratteriali. Da ieri sono uniti anche dai numeri, oltre che dalle qualità professionali e dalla ritrosia che spetta ai campioni.

Edizioni