« Torna indietro

Luigi de Magistris, Rendiconto

Il sindaco di Napoli

De Magistris lancia la candidatura di Clemente a sindaco di Napoli, ma arriva il no dello zio Sandro Ruotolo

De Magistris propone come candidata a sindaco di Napoli Alessandra Clemente, figlia di Silvia Ruotolo uccisa per sbaglio dalla camorra nel 1997.

Luigi De Magistris svela le sue carte e ha designato Alessandra Clemente come sua erede a sindaco di Napoli. De Magistris ritiene che sia la persona adatta per aprire un ragionamento con la città e dialogare con tutte le forze politiche cittadine.

L’attuale sindaco spiega che la candidatura non sia in continuità o in discontinuità con il suo attuale percorso, ma è stata pensata per il bene della città in una visione ad ampio raggio.

Chi è Alessandra Clemente, la proposta innovativa di De Magistris

Alessandra Clemente è la figlia di Silvia Ruotolo, barbaramente uccisa davanti ai suoi occhi per errore durante un agguato di camorra nel 1997. 33 anni, oggi svolge la professione di avvocato, ricopre la carica di assessore ai giovani, vanta diverse esperienze di volontariato ed è molto attiva nella lotta contro la mafia e la criminalità.

Preannuncia la sua candidatura a sindaco di Napoli alle Amministrative del 2021 con un post su Facebook: “Napoli scorre nel mio sangue. Io sono figlia di Napoli.

Sono figlia di una città meravigliosa quanto difficile, ma soprattutto meravigliosa. Sono figlia della voglia di farcela, di resistere, di superare le difficoltà; con impegno, facendo ciascuno la propria parte.

Non ho mai vissuto il mio ruolo di Assessore come una posizione di potere, se non considerando la parola “potere” come possibilità di fare, di poter cambiare le cose con il lavoro, con il dialogo e la partecipazione. Io posso e devo farlo.

Nel mio futuro continuerà ad esserci la mia città. E ci saranno l’impegno, la dedizione e la competenza che in questi anni ho sviluppato e che mille volte ho messo in discussione, perché c’è sempre da imparare e da migliorarsi.
Da parte mia non può che esserci una totale disponibilità a capire sempre di più, ad ascoltare e ad agire, con una visione chiara e sempre in evoluzione
Nel mio futuro ci siete voi”.

Arrivano i primi no alla candidatura della Clemente

La classe politica napoletana però non ha gradito la candidatura proposta da De Magistris ed arrivano diversi no da Pd, Forza Italia e Movimento 5 Stelle.

Anche Sandro Ruotolo, zio della Clemente, frena. Il senatore, intervenuto a radio Crc, spiega che per pensare al futuro della città bisogna mettere in campo tutta la sinistra e parlare con Pd e Movimento 5 Stelle.

Secondo Ruotolo annunciare un candidato, senza neanche interpellare le altre forze politiche o discuterne a tavolino, significa partire col piede sbagliato.

Anche le altre forze politiche, da Forza Italia al Pd fino al Movimento 5 Stelle, sono sulla stessa linea di Ruotolo. La candidatura della Clemente quindi appare tutt’altro che scontata, ma la partita è ancora aperta e soprattutto si preannuncia molto lunga.

Edizioni

x