« Torna indietro

Svolta green per ex Ilva, Conte: “Chiudere è un problema, ma acceleriamo con la svolta verde”

Una svolta green per ex Ilva. Questo è il tema più interessante e più importante toccato ieri dal Premier Giuseppe Conte, durante la sua visita a Taranto. Una visita che, seppur se non dichiaratamente specifica sulla questione ex Ilva, non poteva che non tenere conto anche della situazione dell’industria siderurgica, stretta tra la volontà di una svolta ambientale di tutela della salute, la necessità di conservare in qualche modo i posti di lavoro e garantire il rispetto di un accordo che, sottoscritto tra ArcelorMittal ed il Governo, in questi mesi a più riprese ha avuto il valore di poco superiore alla carta straccia. Tante promesse e pochi fatti, cosa che ormai succede da decenni per una città come Taranto che troppo spesso viene dimenticata e lasciata alle sue malinconiche disgrazie, tra un tasso di mortalità tumorale altissimo, bambini che ne pagano le conseguenze ed un inquinamento di una città dal potenziale enorme, ma troppo spesso abbandonata al proprio destino. Ora, quest’altra nuova promessa, di una svolta green per ex Ilva, direttamente dalle parole del Primo Ministro.

Svolta green per Ex Ilva, le parole di Conte

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è tornato a Taranto a distanza di quasi un anno dall’ultima visita la scorsa vigilia di Natale e, anche se in maniera collaterale, ha parlato anche di una possibile svolta green per ex Ilva. Accompagnato da ben cinque ministri, Lorenzo Guerini (Difesa), Stefano Patuanelli (Sviluppo economico), Paola De Micheli (Infrastrutture e dei Trasporti), Gaetano Manfredi (Università e ricerca) e Giuseppe Provenzano (Sud e la Coesione territoriale), in quella che molti hanno definito una «giornata storica per Taranto», il premier non ha voluto mancare ad alcuni appuntamenti importanti per il futuro della città ionica, che nelle intenzioni del governo dovrà tornare «la perla del Mediterraneo». Il primo impegno del premier è consistito nel visitare l’area del cantiere dove sorgerà il nuovo ospedale San Cataldo, per la cerimonia di posa della prima pietra. All’interno di quest’incontro ha appunto parlato anche della possibile svolta green per Ex Ilva: “Chiudere un polo siderurgico in Italia è un problema di sistema, ma noi vogliamo accelerare la transizione energetica, la svolta verde”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, parlando con i giornalisti in Prefettura dopo la sottoscrizione di accordi nell’ambito del Contratto istituzionale di sviluppo. “Arrivano anche i soldi del Recovery Fund e abbiamo la possibilità di farlo – ha sottolineato – , abbiamo la possibilità anche di preservare l’occupazione fermo restando che oggi abbiamo sottoscritto vari progetti di diversificazione e nuovi contratti. Vogliamo qui offrire un riscatto economico, sociale culturale a questo territorio sofferente”.

Edizioni