« Torna indietro

Padova, preso spacciatore di shaboo: arrestato ed espulso dal Veneto

Martedì 13 ottobre dopo una lunga attività di pedinamento e osservazione, gli agenti del Reparto Polizia Giudiziaria hanno arrestato J. X. di nazionalità cinese per la sua attività di spaccio di sostanza stupefacente Shaboo, tipo metanfetamina, dopo che a novembre lo stesso reparto l’uomo straniero era stato colpito dalla misura cautelare del divieto di dimora in Veneto. I poliziotti lo hanno individuato nel quartiere Arcella, che cedeva 0,77 grammi ad un filippino. L’acquirente è stato condotto in ufficio per gli accertamenti di rito, mentre il Jin, dopo essere stato fermato, è stato sottoposto a perquisizione personale che ha permesso di rinvenire un’ulteriore quantità di “shaboo” pari a 0,23 grammi, sostanza sottoposta a sequestro. Tenuto conto che una singola dose è costituita da 0,08 grammi di sostanza, le quantità rinvenute corrispondono a circa 12 dosi. Lo shaboo è un sostanza che provoca euforia, eccitamento, abbassamento dei freni inibitori, aumento del battito cardiaco, puo’ causare insufficienza renale e complicazioni cardiache, mentre a livello psicologico sono associati sintomi quali allucinazioni, paranoia, depressione, marcata aggressività. Sono state individuate anche le dimore abituali che l’uomo frequentava e utilizzava come base per organizzare l’attività di spaccio. All’interno dei locali, in precarie condizioni igieniche e frequentati anche da connazionali che vi dimorano, durante la perquisizione è stata ritrovata ulteriore sostanza stupefacente e materiale per il confezionamento e il consumo, tutto sottoposto a sequestro. Mentre si svolgeva l’operazione, è pervenuta al Comando l’ordinanza del GIP che accoglieva la richiesta di aggravio della pena precedentemente inviata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Padova, e che ha disposto la carcerazione di Jin Xuyong presso il locale carcere.

Edizioni