« Torna indietro

Covid in Piemonte: 1800 contagi, 7 decessi. Icardi in bilico

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29.613 (+ 171rispetto a ieri), così suddivisi su base provinciale: 3603 (+14) Alessandria, 1670 (+2) Asti, 931 (+6) Biella, 2963 (+43) Cuneo, 2795 (+21) Novara, 14.973 (+67) Torino, 1418 (+12) Vercelli, 1050 (+0) Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 210 (+6) provenienti da altre regioni. Altri 854 sono “in via di guarigione”.

I DECESSI SONO 4216

Sette i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 1verificatosi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid).

Il totale è di 4216 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 692 Alessandria, 258 Asti, 215 Biella, 402 Cuneo, 393 Novara, 1853 Torino, 229 Vercelli, 133 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 41 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI

I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 48.118 (+ 1799 rispetto a ieri) di cui 967 (54%) sono asintomatici.  

Dei 1799 casi : 583 screening, 662 contatti di caso, 554 con indagine in corso. Ambito: 108 RSA, 259 scolastico, 1432 popolazione generale. I casi importati sono 8 su 1799.

La suddivisione complessiva su base provinciale diventa: 5228 Alessandria, 2555 Asti, 1545 Biella, 5429 Cuneo, 4308 Novara, 24856 Torino, 1990 Vercelli, 1439 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 371 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 397casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 74 (+12 rispetto a ieri).

I ricoverati non in terapia intensiva sono 1111 (+74 rispetto a ieri).

Le persone in isolamento domiciliare sono 12.250

I tamponi diagnostici finora processati sono 895.399 (+ 13.621),di cui 481.163 risultati negativi.

M5S chiede sfiducia all’assessore alla sanità Icardi

Una mozione di sfiducia contro l’assessore regionale alla sanità Luigi Icardi per la gestione dell’emergenza Covid in Piemonte è stata presentata dal M5S.
   “La Giunta Cirio e la maggioranza di destra – informa una nota – hanno gestito male la prima ondata di contagi ed ora non possono permettersi di affrontare, peggio, la seconda. Il Piemonte è in vetta nella lista delle Regioni per numero di contagi e decessi, ed allo stesso tempo fanalino di coda a livello nazionale per quanto riguarda i tamponi effettuati.
   

Serve un cambio di marcia, a partire dalla catena di comando della sanità piemontese. Icardi ha fallito, lo raccontano i numeri e lo testimoniano i fatti”. “Senza di noi non si governa”. E’ l’immagine pubblicata su Facebook dal gruppo della Lega in consiglio regionale del Piemonte in merito all’assessore alla sanità, Luigi Icardi. Il riferimento è a un articolo pubblicato dal quotidiano “La Stampa” contenente dichiarazioni del capogruppo dal titolo ‘Senza di noi non si governa’


 Icardi ha condiviso l’immagine sul suo profilo. “In Piemonte continuano gli annunci, l’attesa dei risultati dei tamponi, l’intasamento dei laboratori e le code agli hotspot per sottoporsi ai test tradizionali. Il presidente Alberto Cirio aveva promesso “tamponi rapidi che faremo fare ai laboratori privati, ai medici di base, alle farmacie, per dare la possibilità di fare il massimo screening possibile”. Ma lo show continua, la Lega nega, e nel frattempo siamo di nuovo messi malissimo. L’assessore Luigi Icardi e Cirio se non sono in grado chiediamo al Ministero della Sanità di prendere in mano la situazione piemontese”. E’ quanto dichiara Marco Grimaldi, consigliere regionale di Luv.

Edizioni

x